Elezioni Comune di Biella

 / CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 20 marzo 2019, 18:00

Siccità, pesca rinviata e situazione di pre-allarme

Diego Presa: "Valutiamo la situazione giorno per giorno". A Mongrando appello contro gli sprechi

Siccità

Presa e un corso d'acqua quasi asciutto. Sotto comunicazione di Mongrando

"Nessuna emergenza. Massima attenzione al consumo d'acqua, però". Non è un allarme, ma amministrazioni ed enti che gestiscono i servizi idrici sono in allerta. In modo ufficiale. Lo dice chiaramente Diego Presa, presidente di Ato, nonché vice-sindaco della città di Biella.

"Arriviamo da un periodo di scarse precipitazioni - spiega -. L'ente provinciale non a caso ha rinviato, per la seconda volta, l'apertura della stagione della pesca. La situazione non deve allarmare nessuno ma certo è necessario vigilare. Perché se andiamo avanti così, in alcune zone del Biellese potremmo avere dei problemi. Non mi riferisco tanto alla città, quanto alle zone di collina e di montagna, dove ha nevicato poco e niente nelle scorse settimane".

L'Ambito territoriale ottimale nei giorni scorsi ha inviato un appello a monitorare la situazione ai diversi gestori presenti sul territorio (dal Cordar al Sii) che a loro volta hanno contattato i sindaci dei comuni biellesi. In sintesi il contenuto delle comunicazioni tra enti è di pre-allarme e suona più o meno così: nel caso del protrarsi dell'assenza di piogge, pensare a come comunicare alla popolazione l'invito a non sprecare acqua per uso civile.

"Ecco perché era importante una giro di contatti ufficiali tra enti - insiste Presa -. In modo da verificare la situazione, e le eventuali evoluzioni, giorno per giorno, per poter fronteggiare eventuali problemi nel medio periodo".

A Mongrando il sindaco Tony Filoni fa già appello a non sprecare. "Le società di gestione, in osservanza di quanto previsto dalla Convenzione di affidamento, dovranno attivare, qualora necessario, servizi sostitutivi tramite autobotte per quelle frazioni in crisi e si preparino per episodi futuri che si prevedono più frequenti a meno di un cambiamento della situazione meteorologica - si legge, invece, in un documento del Comune di Viverone -. Ciò stante l’approvvigionamento tramite autobotte potrebbe non essere sufficiente per garantire l’ordinaria capacità distributiva: per questo motivo Vi raccomandiamo di limitare il consumo di acqua agli usi essenziali evitando quelli superflui e procrastinabili.

p.l.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore