Elezioni Comune di Biella

 / Benessere e Salute

Che tempo fa

Cerca nel web

Benessere e Salute | 19 marzo 2019, 11:00

Dal 16 al 24 marzo #sceglilaprevenzione, al via la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica LILT FOTOGALLERY

settimana prevenzione lilt

Foto Giuliano Fighera

Nella giornata di ieri, lunedì 18 marzo, si è tenuta a Biella la conferenza stampa di presentazione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Un'importante campagna nazionale volta alla sensibilizzazione e alla promozione dei corretti stili di vita.

Presenti all'incontro diversi relatori: Mauro Valentini, presidente LILT Biella, Giuseppe Franco Girelli, Oncologo radioterapista ASL BI e collaboratore di LILT Biella, Domenico Gallello, Vice Segretario Provinciale FIMMG, Maria Elisa Camilleri, Titolare Conad Biella via Ivrea, Maurizio Azzellino, titolare della farmacia Azzellino di via Rosselli a Biella e rappresentante di Federfarma zona Biella e Vercelli, e Edda Trapella Ravara, Responsabile Punto Territoriale di Occhieppo. Giunta alla diciottesima edizione, la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della LILT si terrà dal 16 al 24 marzo.

Quest’anno la Settimana si svolge con il patrocinio del Ministero della Salute, della Presidenza del Consiglio, nonché di ANCI, FNOMCeO e CONI e in partnership con Confcooperative. Oltre a invitare la popolazione alla vita sana e alle visite di controllo, quest’anno la campagna si propone di mettere in guardia dalle “fake news” in materia di prevenzione oncologica, in particolare per quanto riguarda l’alimentazione. Per questo motivo è stato istituito un apposito ashtag: #sceglilaprevenzione. Per dare informazioni coerenti e in linea con la scientificità, LILT Biella mette a disposizione dei Biellesi un piccolo manuale che sfata credenze e falsi miti che, purtroppo, trovano larga diffusione sui social e su internet.

“Le notizie, quelle senza alcun fondamento scientifico o anche quelle solo parzialmente vere, trovano ampio spazio e diventano una fonte di informazione che veicola credenze e comportamenti alimentari sbagliati se non addirittura pericolosi per la salute – afferma Mauro Valentini, Presidente di LILT Biella. La “cattiva informazione” lascia disorientati e confusi. LILT si muove in un ambito scientifico e professionale e dà messaggi che, nella loro semplicità, aiutano a vivere sani: mangiare di tutto, nelle giuste quantità e varietà, fare attività fisica, non fumare, non bere alcol o, nel caso, in minime quantità e cercare di porsi al riparo dallo stress cronico definiscono una condizione di benessere psicofisico che sta alla base del concetto di salute che, sin dal 1948 l’Organizzazione Mondiale della sanità definisce come “stato di completo benessere fisico, mentale e sociale” e non semplice assenza di malattia”.

Testimonial d’eccezione per questa diciottesima edizione è Selvaggia Lucare giornalista, schierata contro la cattiva informazione: “Ci sono molte forme di prevenzione, afferma Selvaggia Lucarelli, quando si parla di tumore e tenersi lontano dalle bufale, dalle teorie fantasiose e dalle suggestioni pericolose è importante quanto tenersi lontano dalle sigarette o da cattive abitudini alimentari”. LILT Biella sarà davvero operativa durante tutta la settimana, incrementando le visite negli ambulatori di Spazio LILT e coinvolgendo la popolazione tramite i volontari LILT che saranno attivi in tutto il Biellese. per distribuire materiale informativo sulle regole di prevenzione e sulle “fake news” alimentari.

Inoltre, in tutti gli stand sarà possibile sostenere la prevenzione e la diagnosi precoce di LILT Biella scegliendo l’ormai nota bottiglia di olio extravergine d’oliva italiano, alimento tipico della dieta mediterranea, amico della salute e simbolo storico Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. L’olio extra vergine d’oliva LILT e il Kit della salute, oltre ad essere distribuiti dai volontari nei banchetti LILT potranno essere richiesti presso i punti di distribuzione sparsi sul territorio biellese. E’ possibile inoltre prenotarli anche attraverso il sito www.donazioni.liltbiella.it e ritirarli sempre presso i punti di distribuzione. Grazie alla collaborazione con NordiConad, anche quest’anno LILT Biella propone il Kit della salute – composto da olio extravergine di oliva LILT, pasta integrale e ceci a marchio Conad, alimenti che, insieme, formano un esempio di ricetta sana!

Dove trovare informazioni sulla prevenzione, il manuale con le “fake news”, l’olio e il Kit della salute
23 MARZO: BANCHETTI CONAD
Andorno – via G. Matteotti 71
Biella – via Ivrea 16
Candelo – via Iside Viana 38
Occhieppo Inferiore – via Martiri della libertà 174
Trivero – Frazione Ponzone 243
Valle Mosso – Piazza Alpini d’Italia 9

APPUNTAMENTI IN PROVINCIA
Sabato 16 marzo dalle ore 10.00 alle ore 17.00: via Italia (Piazza Santa Marta) Mercoledì 20 marzo dalle ore 7.00 alle ore 13.00: mercato Cossato (Piazza Croce Rossa)
Giovedì 21 marzo dalle ore 8.00 alle ore 13.30: ospedale di Ponderano
Venerdì 22 marzo dalle ore 7.00 alle ore 13.00: mercato Brusnengo (Piazza del mercato)
Domenica 24 marzo dalle ore 9.00 alle ore 17.00: Centro Commerciale Bennet di Vigliano Biellese (Via della Tollegna 1)

PUNTI DI DISTRIBUZIONE
SpazioLILT, Biella
Punto Territoriale Occhieppo Inferiore
Biblioteca di Pettinengo
Comune di Sandigliano
Botalla Carni, Mongrando
Parafarmacia Foletto di Foletto dr.ssa Stefania, Candelo
Trattoria Petite Taverne, Gifflenga
Farmacia Zantonelli dr. Piero, Mosso
Farmacia Ruffino di Clerico Maria Olimpia, Viverone
Estetica Tabeautè di Berra Mara, Cerreto Castello

LE POSSIBILITÀ ONLINE
Cliccando su: www.donazioni.liltbiella.it si può prenotare l’olio extra vergine d’oliva LILT e il Kit della salute e donare. Per il ritiro sono disponibili i Punti di distribuzione sul territorio; per chi abita a Biella è possibile richiedere la consegna gratuita grazie a EnoGood che recapiterà direttamente a casa l’olio extra vergine d’oliva LILT e/o il Kit della salute.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore