/ POLITICA

POLITICA | 18 marzo 2019, 15:28

Gentile: "Candidatura Unesco? Un volano per il futuro"

Biella, il candidato sindaco sostiene l'iniziativa promossa dal territorio

Dino Gentile

Dino Gentile

"La candidatura di Biella Città Creativa Unesco, è come il tonfo di una pietra in uno specchio d’acqua: fa rumore e muove le onde… Questa opportunità, lanciata con felice intuizione da Franco Ferraris, presidente della Fondazione CRB, è una chiamata a raccolta per meditare sulla ricchezza delle nostre radici e sul valore concreto dell’attuale sistema Biella, provando ad immaginare ciò che potrà essere in futuro il territorio biellese - dice Dino Gentile, candidato sindaco con una serie di liste civiche -. La scommessa è quella di riuscire ad entrare in un network di 180 città nel mondo che fanno della creatività un volano di sviluppo: per raggiungere tale obiettivo sarà necessario fare squadra, unire le forze, stringere sinergie all’interno di un’intera comunità – un esercizio che, va detto, dalle nostre parti non è del tutto familiare".

E ancora: "Siamo in un momento storico della vita di Biella, e certamente d’Italia, in cui ogni cittadino non può non sentire la responsabilità di quanto lascia in eredità ai propri figli. C’è bisogno di darsi da fare, di ripartire, di rigenerare, di arricchire il tessuto socio-economico. E la candidatura di Biella è quella di un solido distretto manifatturiero, oggi contraddistinto da un logo universale, quello del maestro Pistoletto, vocato alla costruzione di un nuovo paesaggio, basato sullo sviluppo sostenibile. Sarà altresì importante saper comunicare – senza timidezze – la nostra identità, il nostro “saper fare” ed il nostro “voler fare” con progetti belli e concreti, sostenibili e realizzabili".

"Io credo che questa candidatura, come la pietra nell’acqua, possa produrre onde benefiche per il Biellese, progetti da condividere fin da subito con tanti giovani ben preparati, affinché possano vivere da protagonisti una candidatura che va intesa come dono intergenerazionale" conclude l'ex primo cittadino del capoluogo provinciale.

p.l.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore