/ CRONACA

CRONACA | 18 marzo 2019, 12:54

Vendono oggetti e mobili per conto di due donne, poi spariscono. Denunciati

carabinieri

Foto di repertorio

Comodini, lampadari in rame e ferro, macchinette del caffè, una credenza e altri mobili sono solo una parte degli oggetti di cui due persone, con la scusa di venderle per conto di due sorelle biellesi, si sono appropriati indebitamente. Protagonisti della vicenda il 53enne D.R. e il 46enne M.D., titolari di un mercatino di compravendita nel Basso Biellese. Approfittando della disponibilità delle due donne, che avevano concesso loro di vendere diversi mobili ed accessori custoditi nella casa dei genitori, hanno venduto alcuni articoli per poi sparire con il guadagno. 

In seguito alla denuncia delle stesse, i carabinieri hanno effettuato una perquisizione nella proprietà dei titolari del mercatino, ritrovando una parte degli oggetti che avevano ottenuto. Disposto il sequestro dalle forze dell'ordine, la merce è stata restituita alle legittime proprietarie. Per i due è scattata invece la denuncia per appropriazione indebita.

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore