/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 17 marzo 2019, 10:25

Insegue la figlia e tenta di investirla con l'auto - Cronaca del Nord Ovest

Un uomo di 50 anni arrestato per tentato omicidio

investirla

Foto di repertorio

Ha rischiato di trasformarsi in tragedia un litigio tra padre e figlia nato nelle case popolari di Livorno Ferraris. Un uomo marocchino di 50 anni è stato arrestato dai carabinieri di Livorno Ferraris dopo che aveva tentato di investire con l'auto la figlia ventenne. La ragazza, che ha fortunosamente schivato l'impatto, se l'è cavata con una prognosi di pochi giorni.

Soccorsa e trasportata all'ospedale Sant'Andrea, è stata sottoposta a tutti gli esami che non hanno evidenziato fratture né lesioni. All'origine della vicenda, una lite causata dal fatto che la ragazza, nata in Marocco ma cresciuta a Livorno Ferraris, diplomata e ben inserita nella comunità, avesse deciso di prendere il treno per recarsi a consegnare il curriculum ad alcune aziende che aveva selezionato nella sua ricerca di lavoro. Il padre, dal canto suo, non voleva che lei si allontanasse da sola da casa. Ma quello che poteva sembrare un "normale" diverbio tra una figlia in cerca della propria indipendenza e un genitore troppo chiuso, ha invece rischiato di assumere i connotati del dramma.

L'uomo ha seguito la figlia in strada, è salito sull'auto e ha provato a investirla. Cadendo la ragazza ha battuto la testa sull'asfalto finendo in ospedale, per fortuna in condizioni non gravi. Il padre, cinquantenne di origine marocchina, è stato arrestato: le accuse, nei suoi confronti sono tentato omicidio e maltrattamenti.

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore