/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 16 marzo 2019, 07:00

Global Strike For Future - Francesco Vella: "Greta è un'eroina, seguiamola. La politica? Assente" FOTO e VIDEO

Presenti una sessantina di studenti biellesi insieme al gruppo "fridaysforfuturebiella" fondato da Francesco Vella, Edoardo Blanco, Rebecca Bollea e Jacopo Baldoni. Le immagini e le parole dei protagonisti della manifestazione di Torino.

Foto Francesco Vella

Foto Francesco Vella

"Se eravamo in tanti vuol dire che ci teniamo al nostro mondo. Credo che la nostra generazione sia l'ultima a poter fare queste cose. La speranza c'è ma dobbiamo convincere i politici. Possiamo definirla una delle più grandi crisi ambientali". Sono parole che arrivano direttamente da Torino sede dello sciopero degli studenti che si è svolto questa mattina. Stiamo parlando del Global Strike For Future, una manifestazione a sostengo dell'ambiente, per salvare il mondo in cui viviamo, per il clima, per sollecitare i politici ad agire invece di vendere fumo. Biellesi in trasferta, tanti circa una cinquantina o forse più, insieme al gruppo fondato da Francesco Vella, Edoardo Blanco, Rebecca Bollea e Jacopo Baldoni: il "Fridaysforfuturebiella". "Pensiamo che sia giusto farsi sentire come ha fatto Greta Thumberg, la nostra coetanea che tutti i venerdì sciopera davanti al Parlamento svedese, che é l'eroina attuale per il movimento climatico. Pensiamo di voler un mondo con aria pulita e temperature stabili -commenta Francesco Vella, studente del liceo Avogadro di Biella-. Abbiamo girato per le vie di Torino e le piazze insieme ad almeno 3.000 altri studenti. Incredibile. Abbiamo protestato per 3 ore mettendo in mostra i nostri manifesti e slogan. I politici si devono impegnare".

La studentessa svedese Greta Thumberg ha innescato un movimento davvero folgorante a sostegno del clima, del nostro mondo, contro la politica inattiva. "Non esiste un pianeta B e se i politici si impegneranno, salveranno tutti quanti -continua lo studente-. Basta con i discorsi dei vecchi menefreghisti sostenitori del detto 'quando il pianeta andrà a rotoli noi saremo morti'. Questo non esiste. Tutti si devono impegnare, tra 10 anni potrebbe esserci un punto di ritorno. A Biella purtroppo lo sciopero non ha sortito gli effetti desiderati. "I motivi? Un mese fa abbiamo scoperto il Global Strike per il clima, -conclude Francesco- ci siamo contattati e organizzati ma le scuole non ci hanno detto nulla. Credo che gli adulti dovrebbero iniziare a dar supporto ai giovani".

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore