/ Biella

Che tempo fa

Cerca nel web

Biella | 13 marzo 2019, 16:34

Niente "Daspo urbano": è polemica sicurezza in consiglio comunale

Biella, La Malfa: "La città è senza pericoli". Moscarola: "L'avevamo votato tutti..."

moscarola la malfa

Moscarola e La Malfa

Niente “Daspo urbano”, a Biella. L’ha comunicato l’assessore comunale Stefano La Malfa, oggi, durante il consiglio comunale, a Palazzo Oropa, sollecitato da un’interrogazione di Giacomo Moscarola.

Il consigliere di minoranza della Lega Nord/Salvini aveva sottoposto alla maggioranza di governo il tema del rinnovo del regolamento della polizia municipale di Biella e soprattutto la possibilità dell’introduzione del “Daspo urbano”. Molte norme, infatti, risalgono addirittura al Podestà di epoca fascista.

“Con il "Daspo" c'è il modo da andare a difendere i cittadini da situazioni spiacevoli che si verificano in aree come i giardini Zumagliani - ha detto, in aula, Moscarola -. Si tratta di situazioni magari che non configurano un vero e proprio reato penale,  ma che sono percepiti come molto sgradevoli dalle persone per bene... Con il "Daspo" si potrebbero colpire i protagonisti di questi comportamenti, come ad esempio persone che si sdraiano sulle panchine o bivaccano nelle aree verdi. E allontanarle".

"Biella è una città sicura. Lo dicono le forze dell’ordine in tutti i rapporti annuali, non certo noi del centrosinistra - ha replicato La Malfa -. Quindi ho deciso di soprassedere a questa indicazione, ritenendo che carabinieri e polizia abbiano tutti gli strumenti per tutelare la sicurezza pubblica. Questo a prescindere che la possibilità di questi "Daspo" arrivi da Salvini oppure l'ex ministro del centrosinistra di Governo, Minniti”.

La vicenda ha creato una piccola polemica politica,. La Malfa infatti ha ironizzato sull’attuazione di provvedimenti analoghi in città governate dal centrodestra (Novara), rimandando l’argomento a dopo le elezioni.

Moscarola ha quindi alzato i toni, sottolineando che il provvedimento era stato votato all’unanimità dal consiglio comunale. "Allora i consiglieri comunali non contano niente? Sono dei burattini, che alzano la mano inutilmente perché poi l'assessore fa quello che vuole?”

p.l.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore