Elezioni Comune di Biella

 / Newsbiella Young

Che tempo fa

Cerca nel web

Newsbiella Young | 23 febbraio 2019, 15:56

"Credete nelle vostre passioni, impegnatevi per trasformarle in progetti"

Federico Chierico, agricoltore in alta quota, parla ai ragazzi del Liceo di Cossato

"Credete nelle vostre passioni, impegnatevi per trasformarle in progetti"

Giovedì 21 febbraio il Liceo di Cossato, in collaborazione con il CAI e nell’ambito di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro, ha proposto agli studenti un incontro con Federico Chierico. Alla conferenza hanno anche partecipato dottor Eugenio Zamperone, presidente del CAI di Biella, e Ezio Grosso, presidente del CAI di Mosso.

Federico svolge un mestiere molto particolare, l’agricoltore in montagna. Come è accaduto che un ragazzo di Gaglianico sia finito sotto il Monte Rosa a coltivare patate rare cercando i semi nei cassetti delle vecchiette della valle?

La storia della passione di Federico per la montagna risale al tempo in cui andava in vacanza con i nonni a Ligneaux, per il cosiddetto turismo climatico: in quell’epoca è nato l’amore per quei luoghi. Come in ogni storia d’amore ci sono stati momenti in cui questo sentimento è venuto meno, durante l’adolescenza ad esempio, però ha sempre saputo che la montagna era un po’ la sua casa. Così, dopo aver tentato la strada di un lavoro normale, quello del fisioterapista, ha mollato tutto e si è iscritto alla facoltà di Scienze e Cultura delle Alpi.

Dopo la laurea si è trasferito a Fontainemore per lavorare nel parco naturale del Mont Mars e qui ha iniziato un po’ per gioco a coltivare un orticello. Con il tempo il gioco si è trasformato in passione e, grazie alla donazione di alcuni terreni e all’aiuto di altri ragazzi del posto, ha aperto, a St. Laurent nella valle di Gressoney, l’azienda agricola Paysage à Manger.

Federico è riuscito nel sogno di molti, trasformare un suo diletto, una passione, in un vero e proprio lavoro. L’obiettivo dell’azienda è salvare e valorizzare il patrimonio rappresentato dalle Vecchie Varietà, ovvero tutte quelle culture i cui semi sono molto rari.

Oggi Federico con la sua azienda coltiva 54 varietà di patate e 120 specie diverse di ortaggi in generale. Durante la conferenza ha anche citato un libro, Il Tramonto delle Identità Nazionali, che lo ha aiutato molto per capire bene cosa fare nella sua vita proprio perché tratta dell’argomento relativo all’abbandono della montagna e alla nuova ruralità.

Alla fine dell’incontro, partendo da un argomento apparentante lontanissimo dagli interessi di un giovane, la coltivazione delle patate rare in alta montagna, Federico ha trasmesso un messaggio molto vicino: ha ricordato ai ragazzi che nella vita si può fare tutto, basta impegnarsi e mettere l’anima per realizzare il proprio obiettivo.

Newsbiella Young

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore