/ Biella

Che tempo fa

Cerca nel web

Biella | 23 febbraio 2019, 17:50

Chiavazza, carnevale: "Quando il cuculo canta arriva la primavera" FOTOGALLERY

Tra un sorriso e uno scherzo, con la proverbiale ironia, il Cucu "le ha cantate" davvero raccontando cio' che va e che non va a Chiavazza e al grido di "Don Remo rimane a Chiavazza" è stato svelato il mistero della sua "sparizione"

Foto Catia Ciccarelli

Foto Catia Ciccarelli

Teatro di Chiavazza gremito, e pubblico partecipe, che tra risate e applausi ha mostrato di gradire moltissimo, ieri 22 febbraio, lo spettacolo che ha aperto ufficialmente lo storico Carnevale del quartiere giunto alla 49a edizione. Al centro della rappresentazione il mistero della "sparizione" del parroco Don Remo, nascosto in posto sicuro dal Cucu, per preservarlo dalla sostituzione in parrocchia dal giovane Don Crispino.

Il ritmo coinvolgente e l'interpretazione di una esilarante Suor Luisetta e di tutti gli attori del cast che hanno idealmente fatto salire sul palco i chiavazzesi coinvolgendoli magistralmente con riferimenti a personaggi reali del quartiere, con la musicalità delle battute in dialetto e dei vecchi proverbi, è diventato sempre più serrato con l'intervento del Cucu che ha letteralmente "cantato" dando voce ai chiavazzesi che ogni giorno vivono le cose buone e quelle che non vanno nel quartiere.

Fiato sospeso fino a quando il Cucu ha rivelato a tutti perché Don Remo era stato "occultato": "Non vogliamo che il nostro Parroco sia sostituito, vogliamo che Don Remo rimanga a Chiavazza. Ecco perché lo abbiamo nascosto e non riveleremo in quale luogo fintanto che non ci verrà assicurato che rimarrà nella sua Parrocchia!". Con la benedizione del Vescovo - difficile capire se sul palco ci fosse davvero Don Farinella o l'attore che lo interpretava - l'assicurazione ai parrocchiani: "Don Remo resterà a Chiavazza!"

L'omaggio del quartiere a Don Remo, che presto dovrà realmente andare in pensione e lasciare la comunità, è stato l'affetto caloroso che tutti gli hanno dimostrato ripercorrendo, attraverso foto e filmati proiettati sul palco, la sua vita da giovane prete appena arrivato, fino ai giorni nostri, parroco amato e stimato da tutti. La consegna delle chiavi di Chiavazza da parte del Sindaco di Biella, Marco Cavicchioli, ha sancito l'inizio ufficiale del Carnevale, che proseguirà domani col consueto corso mascherato. Bravi tutti gli attori del cast diretti dal regista Max Gaggino sul testo scritto da Don Carlo Dezzuto e un plauso al comitato Carnevale di Chiavazza.

Catia Ciccarelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore