/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 21 febbraio 2019, 11:00

Turismo, aumenta l'interesse dei tour operator. "Consiglieremo il Biellese" VIDEO

Importante educational nel Biellese. Presente, insieme ad altri, Diana Kozak, direttore della Travel Agency Tamarind in Ucraina, che promuove a pieni voti il nostro territorio

tour operator

Qualcosa in più di qualche timido segnale. Complici le iniziative, i grandi eventi, la presenza alle fiere tematiche, le richieste iniziano ad arrivare. E proprio in relazione alle fiere, si è stretta una profonda amicizia e collaborazione tra Diana Kozak, direttore della Travel Agency Tamarind (con sede Dnipro) e Barbara Greggio, direttore del Consorzio Turistico Alpi Biellesi, che ha portato ad un evento che si è tenuto nei giorni scorsi.

Un educational che ha visto presenti tour operators dalla grande mela, come dai più vicini Belgio e Ucraina, che a fine evento si sono espressi più che positivamente. Il programma di visita ha incluso tra le tante attrattive della provincia: Bielmonte, il Santuario di Oropa, Bella centro, il Piazzo, il ricetto di Candelo, Masserano, la Fabbrica della Ruota, il lanificio Piacenza, il santuario Giovanni Battista e la tanto apprezzata Rosazza con il suo borgo storico. “I paesi sono meravigliosi – dichiara Diana Kozak – e le persone molto gentili. Meravigliose le dimore storiche, così come sono state raffinate le degustazioni. Mi è piaciuto molto questo territorio: lo promuoverò in Ucraina ai nostri clienti”.

“Non ho parole per dire quanto sia affascinante Biella d’inverno”, commenta William Vazquez, tour operator di Camera Voyages da New York. “Non conoscevo il posto, – descrive questa volta la belga Stasia Miodushevska – ma ho scoperto molte cose interessanti come Oropa e il museo di Casa Zegna. Questo territorio purtroppo non è ancora molto conosciuto, ma lo proporremo ai nostri clienti”.

Infine confida una tour operator ucraina: “Siamo molto felici di essere qui, le montagne, i castelli e i vostri paesi montani sono meravigliosi. Il cibo, poi, è squisito”.   Un aspetto è però importante: molte aree fanno dell'accoglienza uno dei cavalli di battaglia del turismo e anche il Biellese dovrebbe prendere esempio, per colmare quel tassello che ancora manca e in molte occasioni non soddisfa il turista.  

a.z.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore