Elezioni Comune di Biella

 / ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 18 febbraio 2019, 14:34

"Il Biellese si proponga come fermata per l'alta velocità"

Riunione andata male per l'area del Brianco. Mosca (Lega) rilancia: il territorio presenti un progetto

Michele Mosca

Michele Mosca

"L’esito della riunione che si è svolta ieri in Regione, che apparentemente ha dato un esito negativa circa la realizzazione di una fermata intermedia sulla linea dell’alta velocità Torino – Milano, in realtà potrebbe avere dei risvolti positivi per il Biellese che a questo punto, dopo l’esclusione dei principali competitori, con l’ipotesi di una fermata fuori linea da realizzare nella zona del Brianco, diventa l’unica soluzione ancora attuabile che potrebbe trovare l’appoggio dei territori limitrofi". Inizia così il testo di Michele Mosca, segretario provinciale e vice segretario regionale Lega.

"Giova precisare che tale ipotesi non era oggetto dello studio né è stata dibattuta nel corso della riunione, pertanto oggi il Biellese ha la possibilità di essere messo al centro di questo interessante nodo di sviluppo interregionale - aggiunge -. Invito tutti gli attori che finora si sono resi protagonisti attivi di questa idea a fare squadra cercando il supporto degli omologhi delle province confinanti che potrebbero essere interessate a questo progetto utile e meno costoso delle altre ipotesi di fermata in linea, dobbiamo essere noi stessi i primi a credere nel Biellese e nelle sue potenzialità perché solo da qui può ripartire il rilancio da tanti auspicato".

E ancora: "UIB  Camera di Commercio e altre associazioni che si sono dimostrate sensibili al tema, unitamente alle Istituzioni locali devono farsi parte diligente affinché si effettui uno studio preliminare del progetto che veda coinvolto un bacino di utenza il più ampio possibile in modo da presentarsi dopo le elezioni alla nuova giunta regionale con una idea concreta che possa essere accolta e sviluppata. Devo purtroppo prendere atto delle parole dell’assessore regionale Balocco che quasi scimmiottando le famose analisi costi/benefici dei 5 Stelle antepone un mero ragionamento economico alle ricadute in termini di sviluppo imprenditoriale, residenziale e di comodità per i pendolari che deriverebbero dalla riduzione dei tempi di percorrenza sulla tratta che collega i due capoluoghi di Regione. L’atteggiamento mantenuto dall’assessore evidenzia la pochezza di idee e lungimiranza di questa giunta che in 5 anni di legislatura non è stata in grado di portare entusiasmo e risorse sui territori confermando la sensazione di immobilismo che aleggia ormai da tempo tra gli addetti ai lavori".

p.l.b.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore