/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 14 febbraio 2019, 07:00

Poche sorprese ma il bilancio di previsione scalda il consiglio comunale di Cossato

Acceso cambio di battute tra il consigliere di minoranza Revello e il primo cittadino Claudio Corradino, che annuncia: “Con la legge di bilancio 2019, arriveranno fondi per 100mila euro per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale”

consiglio comunale cossato

Foto di Studio Fighera

Non ha riservato particolari sorprese il consiglio comunale di Cossato, andato in scena ieri sera, mercoledì 13 febbraio. Qualche duello all’arma bianca ma nulla più. La maggior parte dei punti in programma, ampiamente anticipati nei giorni scorsi, sono stati approvati per la quasi totalità dai membri dell’assemblea presenti. Le tariffe restano invariate (Imu e Tasi) e viene accolto il piano finanziario.

Solo i tre esponenti di Cossato Cambia (Alessandro Cavalotti, Marco Barbierato e Roberto Galtarossa) e il consigliere di Cossato in Comune, Stefano Revello, hanno espresso le loro perplessità sulle diverse questioni. Com’era prevedibile, il bilancio di previsione 2019 è stato il casus belli su cui si è concentrato il confronto politico.

“Il mio voto contrario non rappresenta una scelta di colore o di bandiera – spiega pacatamente Galtarossa – Premesso che le opere di ordinaria manutenzione sono importanti, sono stupito che non sia presente un programma di rilancio e sviluppo per la città di Cossato. Manca slancio e una chiara visione rivolta al futuro. Non si può votare a favore di un documento di questo tipo”.

Gli fa eco il collega Cavalotti: “In questi anni si è fatto poco perché il paziente (Cossato ndr) si riprendesse dalla sua malattia. Mi auguro che alle prossime amministrative avvenga un deciso cambio di marcia”. Al referto clinico della minoranza, non si è fatta attendere la risposta altrettanto clinica dell’assessore al bilancio Carlo Furno Marchese: “Abbiamo ereditato un paziente moribondo: con la nostra ricetta ora è salvo”.

Più acceso lo scambio di battute tra Revello e il primo cittadino Claudio Corradino. “I numeri nascondono moltissimi aspetti– analizza Revello – Non c’è nulla di positivo e molti sono i nodi irrisolti: basti pensare alla chiusura di molte attività commerciali, al calo demografico e ai giovani che lasciano la città. Questi dati negativi non si trovano nei bilanci”. “Non vedo questo scenario apocalittico – commenta Corradino – Confrontandomi con le persone e vivendo a Cossato, non ho la sensazione che sia un paese allo sbando. Una buona amministrazione crea le condizioni affinché il lavoro e le attività commerciali fioriscano. Proseguirà la politica dei piccoli passi”. E annuncia: “Con la legge di bilancio 2019, sono arrivati fondi per 100mila euro ai comuni con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti. Fondi volti a favorire gli investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale”.

Sviscerate, nel corso dell’assemblea, anche le segnalazioni e le richieste di immediato intervento: “Nell’area verde dell’asilo nido di frazione Baretto persiste una situazione di degrado e di pericolo – ammoniscono Galtarossa e Barbierato –Alcuni rami si sono staccati e sono pericolanti. Bisogna agire presto. Inoltre, occorre sistemare l’attraversamento pedonale che collega i binari della stazione di Cossato e mettere in sicurezza l’area interessata”. Infine, tra una dichiarazione di voto e l’altra, il consigliere di Cossato Futura, Mariano Zinno, ha confermato le voci di corridoio di questi mesi annunciando ufficialmente il suo avvicinamento alla giunta Corradino.    

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore