/ Circondario

Circondario | 14 febbraio 2019, 12:40

Gaglianico: Nuovo look per sala consigliare del comune FOTOGALLERY

Foto Bibiana Mella

Foto Bibiana Mella

È stata inaugurata ufficialmente questa mattina, 14 febbraio, la ristrutturata sala consigliare del comune di Gaglianico. Un progetto nato e proposto proprio nella sala stessa, durante un consiglio comunale, dal consigliere di minoranza Lorenzo Mussone.

"Non l'abbiamo intitolata - ha spiegato durante la cerimonia di inaugurazione il sindaco Paolo Maggia -, ma la targa che tra poco scopriremo è dedicata a Carlo Trossi, per ricordare la sua persona e la sua famiglia, figure storiche che hanno dato tanto a Gaglianico, compreso questo edificio". 

Diversi i cittadini e gli ospiti presenti all'incontro insieme a tutta l'amministrazione. Tra "i banchi" anche gli alunni di alcune classi delle medie del paese. Due di loro hanno poi scoperto la targa, siglando ufficialmente l'inaugurazione della nuova sala.
Oltre alla scultura dedicata a Carlo Trossi un'altra opera d'arte, posta nella parete alle spalle della sedia riservata al sindaco, colora la nuova sala: una bandiera italiana dipinta sulla parete e un bassorilievo che rappresenta l'unità del paese.

All'interno della "nuvola", infatti, i 4mila pezzi di legno sono i cittadini, mentre le figure sottostanti rappresentano i sindaci che dall'inizio ad oggi hanno guidato il paese: "Tutti uguali - ha sottolineato Mario Novaretti, primo cittadino di Gaglianico dal 1980 al 1989 presente alla cerimonia - e tutti con gli stessi diritti e doveri di servire la comunità e di rispondere alle esigenze degli abitanti".

Il tavolo dedicato agli amministratori è rotondo, così come quello più piccolo al centro. Di fronte, lo spazio riservato ai cittadini, "che possono intervenire in sede di consiglio comunale" ha specificato il prefetto Annunziata Gallo, anche lei presente alla cerimonia d'inaugurazione. "Il mio auguro - ha aggiunto - è che in questa sala si possa sempre convergere alle decisioni migliori per Gaglianico". 

A chiudere l'incontro ci ha pensato Carlo Gavazzi del DocBI, che ha esposto la vita e le opere di Giuseppe Bottinelli, biellese e autore della scultura di Carlo Trossi, e della famiglia Trossi.

Bibiana Mella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore