/ POLITICA

POLITICA | 12 febbraio 2019, 10:11

Querelle sul bilancio di previsione, tuona il Pd: “Solita filastrocca ma c'è un progetto per il bene di Cossato?”

cossato pd bilancio

Domani avrà luogo il consiglio comunale di Cossato

Dopo la presentazione del bilancio di previsione del comune di Cossato (leggi qui), che sarà discusso domani in consiglio comunale, sono giunte le parole di Fabrizio Cavalotti, segretario del circolo Pd cossatese: “Ogni anno quando la giunta presenta il bilancio preventivo o il consuntivo ci sentiamo raccontare la filastrocca dei conti risanati. Bisognerebbe però spiegare ai cossatesi che differenza c'è tra investire e sperperare. In passato, le amministrazioni hanno investito in opere, in progetti, in una visione della città che pur non essendo perfetta, ci ha dato opere, infrastrutture, servizi. I mutui e le spese del passato si sono tradotti in campi sportivi, palestre, servizi”.

“Abbiamo strutture che attirano persone da fuori città e fuori provincia – puntualizza Cavalotti -Abbiamo servizi come l'Informagiovani che da decenni è un fiore all'occhiello della nostra città. Abbiamo ma non so se avremo ancora. Perchè il punto non è fare i ragionieri e basta, per quello basterebbe un commissario. Il punto è: Cossato ha un progetto per il bene della comunità? Ha un'idea di cosa vuole essere e di cosa vuol diventare nei prossimi anni?”.

“Basta guardarsi intorno – approfondisce - e vedere cosa fanno altre città simili alla nostra per rendersi conto che le spese, i mutui, non sono veleno se diventano investimenti e progetti per il bene comune. Varallo, Sordevolo, Gattinara... tutte realtà che, spesso amministrate dalla stessa parte politica che ora governa Cossato, hanno saputo andare oltre le tabelle di bilancio. Hanno cambiato il volto delle loro città e lo hanno fatto con coraggio e andando a caccia di fondi che sostenessero le loro idee".

“Ecco – conclude il segretario Cavalotti - quel che Cossato merita è una amministrazione che aldilà dei numeri e dei conti in ordine (giusti eh), pensi anche a come tornare a colori. Viva. La sfida per le prossime amministrative sta tutta qui: tra chi si presenta come un ottimo ragioniere e chi invece vuole amministrare una comunità, farla crescere e dare a cittadini, associazioni, imprese, giovani l'opportunità di lavorare insieme a un progetto comune”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore