/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 09 febbraio 2019, 09:36

Fondo Edo Tempia, apre il nuovo ambulatorio di prevenzione per le patologie del colon-retto

Fondo Edo Tempia, apre il nuovo ambulatorio di prevenzione per le patologie del colon-retto

Giovedì 14 febbraio sarà il primo giorno di visite di prevenzione nel nuovo ambulatorio del Fondo Edo Tempia dedicato al colon retto, grazie alla disponibilità resa da tre specialisti dell'ospedale degli Infermi, Roberto Perinotti, Mauro Pozzo ed Enrico Bolla. Roberto Perinotti, responsabile della struttura semplice di chirurgia colo-rettale e proctologica all'Asl Biella, è anche vicepresidente della Società italiana di chirurgia colo-rettale. Nello stesso organismo, Mauro Pozzo ricopre la carica di coordinatore nazionale dell'unità di coloproctologia.

Tutti e tre accrescono il numero dei medici che prestano servizio al Fondo come volontari. "E il valore aggiunto per i cittadini - spiega il direttore sanitario Adriana Paduos - è notevole: chi entra nei nostri ambulatori sa di poter contare sull'esperienza di specialisti di grande valore". L'ambulatorio per le patologie del colon retto sarà aperto di giovedì dalle 17. Prenotare un consulto è semplice: basta mettersi in contatto con la segreteria del Fondo Edo Tempia, aperta dalle 8,30 alle 18 dal lunedì al venerdì e raggiungibile anche al telefono allo 015.351830.

Le visite sono sempre gratuite per gli utenti "anche se - sottolinea Adriana Paduos - molti sono soddisfatti del consulto e ci lasciano comunque un'offerta, un aiuto prezioso per proseguire nella nostra attività". Nelle ultime settimane è iniziata anche l'attività dell'ambulatorio di prevenzione delle patologie alla tiroide, grazie al primario emerito dell'Ospedale di Biella Vito Zampaglione, ed è entrata “in squadra” anche la giovane nutrizionista Adelaide Minato, che visiterà i pazienti oncologici sia a Biella sia a Gattinara.

Comunicato Stampa Fondo Edo Tempia - bb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore