Elezioni Comune di Biella

 / Cronaca dal Nord Ovest

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca dal Nord Ovest | 08 febbraio 2019, 10:11

"Non volevo farle del male, poi ho perso la testa" - Cronaca dal Nord Ovest

Interrogatorio di garanzia per Mario d'Uonno, l'uomo che ha incendiato l'auto su cui si trovava Simona Rocca

I resti della vettura di Simona Rocca

I resti della vettura di Simona Rocca

"Non volevo darle fuoco". Ha ribadito la sua versione anche nel corso dell'interrogatorio di garanzia Mario D’Uonno, ex guardia giurata che, lunedì, ha dato fuoco all'auto in cui si trovava Simona Rocca, 40 anni, causandole ustioni sul 45% del corpo e mettendo a rischio la vita della donna.Secondo D'Uonno, che la vittima aveva denunciato tre volte per stalking, il rogo nel parcheggio del Carrefour sarebbe nato in modo casuale.

Al giudice Fabrizio Filice, il cinquantenne ha detto di aver visto per caso l'auto di Simona Rocca, di aver tentato di avvicinarla per un chiarimento rispetto alle denunce passate. Poi, però, avrebbe perso la testa, gettando sulla vettura e sulla donna benzina allo scopo di spaventarla. Una scintilla partita dall'accendino che l'uomo aveva con sé avrebbe poi fatto scatenato l'incendio. A quel punto D'Uonno si è dato alla fuga, per ricomparire qualche ora dopo a Novara, dove è andato a costituirsi alle forze dell'ordine.

Nella sua auto, oltre alla banzina che era stata utilizzata per un'apparecchiatura da giardinaggio, è stato trovato anche un coltello. Al termine dell''interrogatorio, il gip ha convalidato l'arresto, disponendo la misura cautelare della custodia in carcere. Le accuse, nei suoi confronti, sono di tentato omicidio aggravato dallo stalking. Restano gravi ma stabili, invece, le condizioni di Simona Rocca, ricoverata in prognosi riservata al Cto di Torino, con il 45% del corpo ricoperto da ustioni: mercoledì è stata sottoposta a un primo intervento di rimozione e trapianto di cute, durato oltre tre ore.

Dal nostro corrispondente di Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore