Elezioni Comune di Biella

 / EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | 24 gennaio 2019, 07:30

Biella-Favaro: serata San Giulio, quando la storia si interseca con la tradizione "locale"

Antipasto domenica 27 gennaio mentre l'evento clou è in programma per mercoledì 30 alle 21.

Biella-Favaro: serata San Giulio, quando la storia si interseca con la tradizione "locale"

Le parrocchie della Valle Oropa, la parrocchia San Giuseppe e il Comitato della Festa di San Giulio in Favaro insieme con la priora Eliana Davanzo in Ramella hanno organizzato una interessante serata sulla figura di San Giulio, il santo venerato nell’isola di San Giulio e vissuto nel IV sec., originario con il fratello Giuliano dalla Grecia e approdato nel Cusio, le sue spoglie sono custodite nella basilica sull’isola omonima a Orta, l’ultima di 100 chiese da lui costruite, come vuole la tradizione.

Anche nella nostra terra biellese, San Giulio viene invocato da sempre come protettore dei muratori e di tutte le persone dedicate all’arte edile. Nella serata che si terrà mercoledì 30 gennaio alle 21 presso la chiesa parrocchiale di San Giuseppe in Favaro (Biella) interveranno due studiosi del santo. Don Marco Barontini, professore di Liturgia presso lo Studio Teologico San Gaudenzio di Novara, parroco di Scopello e Campertogno e autore di un testo di studio dei due fratelli santi fa il punto della situazione su quanto fino a questo momento è stato scritto, il lavoro svolto è una analisi documentaria, filologica, liturgica e storica molto importante. Di particolare interesse il capitolo II che riguarda “Le testimonianze del culto liturgico dei Santi Giulio e Giuliano nell’area Nord Occidentale dell’Italia”.

Il volume è la tesi per il conseguimento della “Licenza in Sacra Teologia con specializzazione liturgico-pastorale” discussa da don Barontini presso l’Istituto di Liturgia Pastorale – Abbazia di S. Giustina – Padova – incorporato alla Facoltà Teologica del Pontificio Ateneo S. Anselmo – Roma nell’Anno Accademico 2012-2013. Interverrà nella serata anche la dott.ssa Fiorella Mattioli Carcano, storica del cristianesimo e presidente dell’associazione storica “Cusius”. La serata sarà l’occasione per scoprire aspetti inediti della figura di San Giulio e della sua tradizione liturgica e devozionale, una bella occasione per scoprire le radici profonde a cui si richiamano tante feste che si svolgono anche nel Biellese: Torrazzo, Netro, Pollone, Sant’Eurosia, Tavigliano, Favaro. 

Alle ore 19,30 una cena di benvenuto per i  nostri ospiti presso la Cooperativa di Favaro: per prenotare, telefonare al numero 015.43115 oppure al 335.5843630 

Domenica 27 gennaio

Festa di San Giulio - Favaro ore 9.45 Santa Messa solenne con la priora Eliana Davanzo in Ramella

Omaggio ai Caduti

Alle 12,15 Pranzo presso la Cooperativa di Favaro e insediamento del nuovo Priore 2020.

comunicato f.f.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore