/ Casa Edilizia

Che tempo fa

Cerca nel web

Casa Edilizia | lunedì 14 gennaio 2019, 14:00

Edilnol, Il mondo della casa è completo VIDEO e FOTO

Il Gruppo Trada, seguendo l'evoluzione dal contenitore al contenuto, ha chiuso il cerchio dell'offerta dei materiali e prodotti casa, dal mattone ai nuovi asset come arredi e cucine. Per il 2019 obiettivo diversificazione

Foto Catia Ciccarelli

Foto Catia Ciccarelli

Ventidue milioni di fatturato e sedicesima posizione nella classifica di YouTrade, la bibbia delle riviste italiane dei distributori di materiali edili per famiglie. Queste sono le performance di Edilnol nel 2017, che sono state celebrate alla festa aziendale di giovedì 10 gennaio all'Hotel Agorà di Biella. "Dobbiamo complimentarci con il titolare Antonio Trada e con noi stessi - dice Francesco Bianchini dello staff Edilnol - perché abbiamo ottenuto questo risultato con un'unica sede in un ambito provinciale di 180 mila abitanti, mentre gli importanti competitor che ci precedono in classifica hanno filiali in tutta Italia che permettono loro di moltiplicare il fatturato".

Un successo frutto delle intuizioni di Antonio Trada, capace di immaginare in anticipo l'evoluzione del mercato dei materiali e prodotti per la casa, puntando sul contenuto anziché sul contenitore: "Un'intuizione nata dal fatto che, in questi anni, i giovani sono andati via da Biella, si sono persi mille utenti all'anno, e non si potevano più costruire nuove case. Ho sempre creduto nelle anticipazioni, quelle che ti salvano, e nella differenziazione. In un territorio di case vecchie come il Biellese, ho pensato di rivedere il mercato di Edilnol, puntando sul contenuto ed interessandomi al mondo del mobile e delle cucine. Questo progetto è partito con l'acquisizione di due nuovi capannoni, che saranno ultimati nella primavera prossima, e si concluderà a maggio con un'altra grande festa.

ll fiuto e la sensibilità di precorrere i tempi sono stati importantissimi in questi dieci anni di crisi e stasi dell'edilizia: "Antonio Trada ha intuito che gli imprenditori non avrebbero più investito sulle costruzioni ex novo, e che la parte edile riguardante la ristrutturazione diventava più importante. - spiega Francesco Bianchini - Si è orientato in questo senso e sul contenuto della casa, come i bagni, i complementi d'arredo e le cucine, chiudendo un cerchio di possibilità merceologiche che gli permettono di intercettare anche la clientela di altri esercizi commerciali molto più polverizzati in tutta Italia, ed unendo tutte queste esigenze della clientela in un'unica azienda, con questa voglia di intraprendere che non cessa mai".

Oggi Edilnol è una cittadella in cui il cliente trova tutto quello che cerca per la casa, e che vede nuovi spazi di mercato: "Antonio Trada crede nel Biellese, che gli ha dato tanto - continua Bianchini - e, in prospettiva, crede che ci possa essere una ripresa e nuovi spazi di mercato per questo territorio. In questi anni di crisi abbiamo ottenuto ottime affermazioni con porte e serramenti, e, adesso, con i complementi di arredo e le cucine la cui esposizione nei nuovi capannoni sarà magnifica. Da buon precursore dei tempi, se Antonio Trada crede nel Biellese vuol dire che qualcosa di buono c'è".

I nuovi spazi di mercato sono i target del 2019: "Quest'anno i nostri obiettivi sono il riposizionamento dell'immagine aziendale ed il miglioramento del servizio clienti. - conclude Bianchini - La parola d'ordine del 2019 è diversificazione per trovare nuove forme di mercato in anticipo sugli altri e per compendiare la nostra offerta".

Edilnol è un impresa vincente perché nasce da una famiglia unita e perché capace di fare squadra: "In azienda devo fare il papà, lo psicologo, e capire i momenti - dichiara Antonio Trada - Stiamo puntando sulla qualificazione del personale perché è importante conoscere il prodotto che si vende e capire il cliente che si ha di fronte. Ho degli ottimi collaboratori interessati all'azienda a cui ho fatto capire che occorre il gioco di squadra, perché le guerre le devono combattere anche i soldati, e non il generale da solo".

Camillo Trada, figlio di Antonio, ha appena ricevuto i gradi di responsabile marketing: "Un incarico prestigioso di assoluta responsabilità che affronterò con il massimo delle mie forze. Un compito difficile perché, nel 2019, il marketing è cambiato con molti più canali comunicativi, parametri, dati da analizzare, feed back. Un lavoro di continuo aggiornamento che rappresenta uno sprone per migliorarsi e combattere nuove sfide".

I.P.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore