/ Enogastronomia

Che tempo fa

Cerca nel web

Enogastronomia | 12 gennaio 2019, 08:00

Ricetta: Le mie penne rigate al profumo di mare

Ricetta: Le mie penne rigate al profumo di mare

Oggi vi propongo questa ricetta dove profumo e gusto si esaltano a vicenda!

Ricetta per 4 persone:

240g. di penne rigate

10 capperi dissalati

10 cozze senza guscio

300 g. di tonno

1spicchio di aglio

foglioline di timo

fumetto di pesce

sale, pepe e olio Q.B.

Prepariamo il nostro fumetto di pesce:

Normalmente si prendono sempre degli scarti di pesce (sogliola, nasello, rombo e orata) ai quali si aggiungono una costa di sedano, uno spicchio di aglio e, se piace, anche un pomodorino.

Mi raccomando di non salare l'acqua!

Ricordatevi che la farcia che utilizzeremo per il condimento sarà già saporita!

Facciamo bollire per 35/40 minuti, poi filtriamo il tutto e utilizziamo il fumetto per cuocere la nostra pasta.

Tagliamo il trancio di tonno, ricavando delle piccole mattonelle e mettiamo da parte.

Mettiamo le nostre cozze e i capperi nel frullatore con un goccio di olio e frulliamo sino ad ottenendo una crema.

Riprendiamo il nostro fumetto.

Lo portiamo a bollore e buttiamoci la nostra pasta.

Nel frattempo in una padella larga e bassa facciamo profumare per un paio di minuti, con due cucchiai di olio, uno spicchio di aglio e una foglia di alloro.

Quando la pasta è morbida (ma ancora molto al dente) la travasiamo, con l'aiuto di una schiumarola, nella padella bassa con l'aglio e l'alloro.

Con un mestolo aggiungiamo il fumetto caldo e portiamo a cottura la pasta.

A 3/4 da fine cottura versiamo la nostra crema e il tonno che avevamo messo da parte.

Impiattiamo!

Consiglio di finire aggiungendo delle foglioline di timo e una piccola spolverata di pepe nero.

Buon appetito!

Giancarlo Lazzarini
Puoi seguire le mie ricette su Facebook al gruppo: https://www.facebook.com/groups/164900243916670/

Giancarlo Lazzarini

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore