Elezioni Comune di Biella

 / Cossato e Cossatese

Che tempo fa

Cerca nel web

Cossato e Cossatese | 16 dicembre 2018, 07:00

Quaregna investe sul futuro e diventa esempio di sostenibilità energetica

Quaregna investe sul futuro e diventa esempio di sostenibilità energetica

Tre edifici da ristrutturare completamente a livello energetico, per ridurre a zero le spese del comune. Il progetto riguarda la scuola e la mensa, la palestra, e il municipio di Quaregna ed è stato presentato lo scorso venerdì dal sindaco Katia Giordani e dall’ingegnere Paolo Oliaro.

“Abbiamo iniziato a stilare il progetto la scorsa primavera: si tratta di tempi relativamente rapidi, considerando la burocrazia” ha spiegato il primo cittadino.
“L’iniziativa - aggiunge Oliaro - coinvolge un gruppo di tre edifici che rappresentano il cuore amministrativo, formativo e sportivo del paese, diventando un esempio singolare per la compresenza di più stabili trattati insieme”.

L’iter per mettere a punto il progetto prevedeva inizialmente un’identificazione e un’analisi dello stato di fatto per fare una diagnosi energetica approfondita. Dalla verifica è emerso che il comune eroga annualmente 30mila euro di spesa energetica ma con questo intervento la spesa si riduce a zero. Dopo questa prima fase si passa alla definizione delle esigenze, all’ottimizzazione della soluzione progettuale e alla ricerca delle risorse finanziarie.

I lavori, che dovrebbero prendere il via entro il primo semestre del 2019, riguardano (per scuola e municipio) l’isolamento termico a cappotto delle superfici opache, la sostituzione dei serramenti, la dismissione della caldaia esistente a gasolio, l’installazione di un sistema a VRV per il riscaldamento e di un altro a pompa di calore e per la produzione di acqua calda sanitaria, la sostituzione dei corpi illuminanti con i led; l’installazione di pannelli fotovoltaici in copertura e di un sistema di regolazione e controllo avanzato, gli interventi di adeguamento sismico. Per mensa e palestra la maggior parte delle voci corrispondono, ad eccezione dell’installazione di un sistema a pompa di calore in palestra e del sistema VRV in mensa per il riscaldamento, oltre all’installazione di un sistema a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.

L’iter prosegue con l’analisi sui risparmi energetici ottenibili, eseguita con il software avanzato Energy plus: per la scuola, il tempo di ritorno dell’investimento è pari a 21 anni circa; per il comune a 26 e per la palestra 30. Ovviamente per realizzare il progetto è fondamentale il reperimento delle risorse. Ed è qui che entra in gioco la Regione Piemonte, che ha emesso un bando per il quale stanziava 10 milioni di euro da distribuire al comuni piemontesi con meno di 5mila residenti. I fondi saranno assegnati per gli interventi di riduzione della domanda di energia dell’edificio e l’installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile, da destinare all’autoconsumo. Grazie al bando, Quaregna ha ottenuto i primi 45mila euro, ai quali si sommano circa 680mila finanziati dal Gse, gestore di esercizi energetici, per un totale di oltre 1 milione e 300mila. Risultato? Per questo investimento il comune non dovrà pagare nulla.

Nel bando anche Bioglio, Cerrione, Cossato e Mottalciata. “Un milione e mezzo di euro dalla Regione per il Biellese - conclude Oliaro - è una percentuale significativa perché c'è la volontà di eseguire i lavori in modo professionale”.

Bibiana Mella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore