/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 14 dicembre 2018, 11:05

Valledora: Accolta dal Parlamento Europeo la petizione sulla condizione ambientale dell'area

Valledora: Accolta dal Parlamento Europeo la petizione sulla condizione ambientale dell'area

Lunedi 17 e martedì 18 dicembre i parlamentari europei membri della delegazione  effettueranno una visita in Valle Dora per verificare direttamente la situazione. Sede dell’evento sarà  il comune di Tronzano Vercellese. Sono trascorsi 11 anni da quando il Movimento Valledora è nato dall’unione spontanea di comitati per fare fronte comune contro il proliferare di cave e discariche e arginare l’inquinamento dell’aria e dell’acqua di falda.

"Quante riunioni, manifestazioni, volantinaggi, campagne di sensibilizzazione, documentari e attività di studio: i nostri No si sono sempre basati su fondamenti tecnico-giuridici… quante risorse e conoscenze nuove e inedite! Non possiamo fare a meno di sorridere a chi ci definisce “ambientalisti appassionati”, ma occorre la passione per dire NO all’ennesima discarica ubicata su un’area di ricarica delle falde autorizzata per 1.329.000 mc, ampliata  di 225.000 mc con ulteriore richiesta di 360.000 mc ? Ci viene in mente di invocare il ricorso al “buonsenso”. Stiamo parlando delle due nuove discariche richieste a Cavaglià. I rifiuti sono un problema, la ghiaia una necessità, anche se continuiamo a non comprendere il perché di una continua escavazione, visto il rallentamento di richiesta d’inerti. Abbiamo chiesto l’attenzione delle amministrazioni che si sono succedute nel tempo; a distanza di anni la provincia di Vercelli, negando l’autorizzazione a 2 discariche in Valle Dora, qualche riscontro l’ha dato e ciò ci ha concesso una boccata di ossigeno. La provincia di Biella, invece,  persevera appoggiata dal silenzio della politica, dei sindaci biellesi nella maggior parte, del COSRAB (il consorzio per i rifiuti del Biellese). Da qualche tempo sindaci e consiglieri di amministrazioni locali hanno contribuito a affrontare il problema delle cave e delle discariche, appoggiando ricorsi, studi epidemiologici, azioni di tutela del territorio. La Regione Piemonte, per la Valle Dora non è stata risolutiva: ha fatto da  “regia” , fingendo di non essere il regista. La palla continua a rimbalzare dalla Regione alla Provincia ed oggi “abbiamo” portato il problema al Parlamento Europeo, grazie alla tenacia del sindaco di Tronzano Vercellese, Andrea Chemello. Proviamo soddisfazione, ma soprattutto speranza che qualcuno da fuori si renda conto del degrado della Valle Dora e prenda una posizione netta. Ancora una volta rimaniamo in attesa che la politica provveda e caldeggiamo la popolazione a partecipare attivamente all’iniziativa di lunedì e martedì 17 e 18 dicembre a Tronzano Vercellese, in assemblea pubblica dove vi saranno 15 audizioni da parte della delegazione europea e si dipanerà una matassa lunga anni e anni. Facciamo passare il messaggio che gli Italiani difendono il loro territorio, vi aspettiamo alle 16 all’Albergo del Sole di Tronzano, per sostenere la nostra terra" 

Ufficio Stampa Movimento Valledora - cdc

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore