/ Circondario

Che tempo fa

Cerca nel web

Circondario | giovedì 06 dicembre 2018, 11:53

Gaglianico, Cozzi interroga Maggia sull'eco-compattatore

Il consigliere: "Per quali ragioni l’amministrazione non ha previsto di disciplinare secondo un criterio di premialità che favorisca anche le attività commerciali"

Gaglianico, Cozzi interroga Maggia sull'eco-compattatore

L'eco-compattatore di piazza Repubblica a Gaglianico al centro dell'interrogazione del consigliere di minoranza e militante della Lega Barbara Cozzi. "Durante l'inaugurazione a marzo - scrive nelle premesse -  il sindaco Maggia annunciava la rivoluzione con cui sarebbero stati premiati i cittadini virtuosi attraverso ricchi premi ecologici. Per l’isola ecologica sono stati spesi circa 15mila euro, distribuiti fra escavazioni, allaccio, pannelli, telecamere: una spesa apparsa a molti cittadini spropositata, fatto non inconsueto per l’amministrazione Maggia, incline a “spendere e spandere” con nonchalance il denaro dei nostri concittadini. Di frequente, tale “meraviglia della tecnica” presenta problemi che impediscono ai cittadini di avvalersene, sia perché sovente l’eco-compattatore viene svuotato troppo poco rispetto le necessità, sia perché spesso risulta privo di collegamento internet per l’accredito dei punti sulla tessera sanitaria".

Il consigliere chiede quindi al sindaco e all'assessore competente "per quali ragioni l’amministrazione non abbia previsto di disciplinare secondo un criterio di premialità che favorisca anche le attività commerciali che risiedano nel nostro territorio comunale e se intenda modificare il regolamento in tal senso, se intenda profondere il necessario impegno per una soluzione realmente adeguata alla problematica o se si accontenti di lasciare le cose come stanno e se non ritenga opportuno predisporre un cartello informativo adeguato, in materiale durevole, per fornire indicazioni d’uso utili ai cittadini, soprattutto a quelli anziani".

Tutto questo considerato che "la manutenzione ordinaria risulta da contratto a carico del Comune tramite l’intervento dei cantonieri, che l’attuale convenzione in scadenza il prossimo 31 dicembre è stata prorogata per altri 6 anni, che le segnalazioni effettuate ripetutamente dalla scrivente all’ufficio preposto si sono risolte pressoché sempre in un nulla di fatto e che alcuni comuni hanno adottato, nel regolamento che ne determina la disciplina, misure tese a favorire la partecipazione degli esercizi commerciali ubicati nel territorio comunale riconoscendo loro una riduzione sulla tassa dei rifiuti".

 

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore