/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 05 dicembre 2018, 10:06

#MiaglianoGreen, il Comune darà la seconda tranche di contributi ai negozi di paese

#MiaglianoGreen, il Comune darà  la seconda tranche di contributi ai negozi di paese

Il Comune erogherà a dicembre la seconda tranche di contributi ai negozi di paese aderenti al progetto #MiaglianoGreen. Il progetto nato in virtù di una convenzione stipulata tra Cosrab e la ditta Riciclia, a cui l’Ente aveva aderito a fine 2017, ha permesso l’installazione in via sperimentale di una macchina eco compattatrice, per la raccolta differenziata premiante della plastica. L’utente a seguito del conferimento riceve infatti uno scontrino o memorizza sulla tessera sanitaria i relativi Punti Ambiente, che sono a loro volta utilizzabili nei negozi di Miagliano per la spesa.

"Un progetto - dichiara il primo cittadino Alessandro Mognaz -  che vede ad un anno circa dal suo avvio significativi riflessi: rispetto il 2016 stiamo aumentando i volumi di plastica differenziata, il solo conferimento tramite eco-compattatore ha generato il recupero di quasi 3 tonnellate di plastica, i cittadini fruiscono quindi dei benefit che reinvestono negli esercizi aderenti e questi ultimi sono sostenuti economicamente dal Comune”.  Gli amministratori, in ragione di questi risultati, confermano pertanto il successo del progetto, che su scala circolare riesce a stimolare la cultura della corretta differenziazione e recupero rifiuti, offrendo nel contempo benefici sia al cittadino sia agli esercenti.

“Quest’anno – informa il sindaco –  abbiamo erogato 1.300€ di contributi complessivi sui quattro esercizi commerciali aderenti al progetto. Sono consapevole che a fine anno cesserà la convenzione, tra Cosrab e Riciclia, che regola il servizio, ma è altrettanto chiaro che se il Consorzio di bacino deciderà di proseguire con questa iniziativa, non potremo che accogliere con favore la decisione. L’Ente è inoltre in attesa di ricevere il contributo derivante dal Fondo Integrativo per i comuni montani ed è trascorso infatti oltre un anno dalla presentazione della domanda”.

"Il nostro progetto – conclude Mognaz -  è stato ammesso al finanziamento classificandosi primo per fascia in regione Piemonte, auspico pertanto che la situazione si sblocchi quanto prima, anche in ragione del presidio e sollecitazioni che Uncem sta portando avanti su questo fronte".

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore