/ COSTUME E SOCIETÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

COSTUME E SOCIETÀ | giovedì 08 novembre 2018, 12:04

Grande Guerra, un racconto di cento immagini alla sede Alpini di Biella

Grande Guerra, un racconto di cento immagini alla sede Alpini di Biella

Volge verso la conclusione il periodo di commemorazioni per il centenario della Grande Guerra. Per questo lo Stato Maggiore della Difesa e l’ANA sezione di Biella propongono, venerdì 9 novembre alle 21, presso la sede di Ferruccio Nazionale 5, la presentazione del volume fotografico "Grande Guerra, un racconto in cento immagini”.

Le battaglie, i protagonisti e i molteplici aspetti sociali, politici, economici e culturali che hanno contraddistinto la Prima Guerra Mondiale per l'Italia. Il libro svela il dramma del conflitto a cui partecipò anche l’Italia dal 1915 al 1918. Raccoglie le testimonianze delle battaglie, dei protagonisti più conosciuti come quelli rimasti anonimi; ma anche cartoline, ritagli e curiosità: la propaganda, i prestiti di guerra, i cappellani militari, i giornali di trincea. Un libro che oltre a fissare gli eventi tragici del conflitto (i morti, gli invalidi, i prigionieri, le città in rovina) tratteggia anche gli aspetti sociali, politici e culturali del nostro Paese.

Le fotografie, in gran parte provenienti dagli archivi delle Forze armate, sono accompagnate dai testi curati da storici, ricercatori, giornalisti e ufficiali appassionati di storia, tra cui Alessandro Barbero e Gianni Oliva. La prefazione è del generale alpino Claudio Graziano, già Capo di Stato Maggiore della Difesa e attualmente Presidente designato del Comitato militare dell’Unione Europea (EUMC): "Un’iniziativa dedicata alla memoria dei Caduti, i quali, con le parole suggestive pronunciate dal Presidente della Repubblica, ci chiedono di agire, con le armi della politica e del negoziato, perché in ogni parte del mondo si affermi la pace".

Relatore sarà il ten. col. Mario Renna, ben noto all’ANA di Biella, dove è già stato gradito ospite alcune volte per la presentazione di documenti e lavori inerenti la sua attività di ufficiale alpino.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore