/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 06 novembre 2018, 07:00

Dai mercati ambulanti ad un impero. Quarant'anni di "Biella Scarpe" VIDEO

Vittorio Musso racconta la sua storia, dalle umili origini alla crescita esponenziale dell'azienda familiare

Dai mercati ambulanti ad un impero. Quarant'anni di "Biella Scarpe" VIDEO

Una storia personale che è anche un po' la storia del Biellese e del Paese. Biella Scarpe oggi compie quarant’anni e dentro contiene non solo una storia imprenditoriale di successo, ma anche una fotografia del miracolo economico biellese ed italiano. Protagonista, il suo fondatore: dalle umili origini ad un impero di 19 negozi in tutto il Nord, circa 200 dipendenti e oltre 50 milioni di euro di fatturato all'anno.

“Mio padre faceva il calzolaio a Pettinengo. E io vendevo scarpe in giro per i mercati della zona - racconta, oggi, Vittorio Musso -. Lavoravo anche in fabbrica. Mi licenziai. E con i soldi della liquidazione nel 1975 aprii un magazzino a Vigliano e poi nel 1978 lungo la Trossi, dove allora non c’era niente... Da lì sono partito. L’idea vincente mi venne vedendo come facevano in Francia per vendere. Già allora, infatti, c’erano negozi dove le persone vedevano e compravano le scarpe in una specie di self service. Lo vidi e mi dissi: devo fare anche io così, a Biella. Ha funzionato”.

Vittorio Musso racconta un aneddoto ed una specie di debito morale, con Giorgio Aiazzone e il suo storico mobilificio che tanto successo ha avuto negli anni Ottanta del secolo scorso: “Tantissime persone che arrivavano da tutta Italia per andare da Aiazzone, prima vedevano il mio capannone e si fermavano a chiedere informazioni, spesso credendo che fossi io a vendere mobili… Ovviamente li indirizzavo a proseguire poco oltre, ma intanto vedevano che vendevo buone scarpe a buoni prezzi. Così, al ritorno dagli acquisti nel mobilificio, si fermavano di nuovo da me e spesso si riempivano il bagagliaio dell’auto con le mie scarpe. Ne ho vendute, così, a tonnellate”.

Paolo La Bua

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore