/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 30 ottobre 2018, 18:10

Depuratore di Cossato: L'impegno di Cordar nella formazione e nella cura delle acque FOTOGALLERY e VIDEO

Dal 2016, più di 3000 studenti hanno visitato gli impianti grazie ad un percorso formativo volto a trasmettere una maggiore consapevolezza sull'uso delle risorse idriche.

Foto e Video di Bjorn Cavallotti

Foto e Video di Bjorn Cavallotti

E’ stato inaugurato Mercoledì 24 Ottobre 2018 il nuovo percorso didattico presso il Depuratore di Cossato.

Presenti all’incontro la Direzione di Cordar S.p.A. Biella Servizi, organi di stampa locale e più di 50 studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Q. Sella” di Biella.

Laura Leoncini, delegata del C. di A. di Cordar alla comunicazione e attività didattiche, ha introdotto l’evento:

Da sempre Cordar è impegnato ed investe nell’informazione degli utenti e nella formazione dei giovani ad un utilizzo etico e consapevole delle risorse idriche e nella spiegazione della gestione del Servizio Idrico Integrato in tutte le sue connotazioni: amministrative, tecniche e sociali.

Dal 2016 ad oggi sono stati raggiunti con differenti modalità più di 3000 studenti, con attività ludico didattiche, lezioni frontali in aula, progetti di alternanza scuola-lavoro e visite agli impianti di potabilizzazione e depurazione.

Con queste premesse è emersa l’esigenza di rinnovare il percorso di visita agli impianti di depurazione, partendo dal contesto di Cossato, il secondo impianto per dimensioni del Piemonte, focalizzando l’attenzione su un pubblico più “maturo” e supportandolo attraverso pannelli che affiancano immagini e colori alle indicazioni tecniche esplicative.

Il percorso è stato ideato pensando agli studenti di scuole superiori ed università, che da sempre richiedono di poter entrare e comprendere nel dettaglio i processi che specificamente connotano il complesso procedimento di depurazione delle acque reflue prima di vederle restituite all’ambiente.

Il desiderio di chi ha voluto investire nella realizzazione di questi pannelli è quello di poter avvicinare sempre di più i giovani cittadini all’importante contesto gestito da Cordar, che ogni giorno vede impegnate risorse ed energie per garantire un servizio eccellente ad un territorio che è patrimonio di tutti.”

E’ seguita un’illustrazione tecnica delle principali caratteristiche dell’impianto di depurazione da parte della Dott.ssa Laura Tacchini, Responsabile del Servizio Depurazione e Processo di Cordar.

I referenti di Cordar hanno poi accompagnato studenti, docenti e giornalisti lungo il percorso didattico, approfondendo i vari passaggi che definiscono l’intero ciclo di depurazione delle acque.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore