/ COSTUME E SOCIETÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

COSTUME E SOCIETÀ | domenica 14 ottobre 2018, 14:21

La Borgata di Santa Maria di Pediclosso al centro di una tesi di architettura

La Borgata di Santa Maria di Pediclosso al centro di una tesi di architettura

È in programma per la serata del 19 ottobre nella sala consiliare Giovanni Machetti (via Roma, Campiglia) a cura del Comune di Campiglia Cervo la presentazione della tesi di Architettura presso il politecnico di Torino di Carola Cattaneo dal titolo: “Proposta di riqualificazione della borgata di Santa Maria di Pediclosso in Valle Cervo.

All'interno della borgata si trova la piccola Chiesa risalente al XII secolo, riconosciuta come chiesa più antica dell'Alta Valle del Cervo: la stessa rappresenta un importante simbolo per tutta la comunità della Bürsch, tant'è che l'unica occasione di celebrazione della Messa, ogni primo maggio raccoglie persone di ogni età e di ogni paese della Vallata. Lo studio della giovane architetto ha esaminato ogni aspetto della borgata, non più abitata ma comunque frequentata e curata dai proprietari degli edifici, non raggiungibile in automobile, pertanto particolarmente caratteristica, proponendone un modello di riqualificazione che ne preservi la tipicità.

Tale studio è scaturito dall'attuale tendenza del ritorno alla montagna, all'agricoltura "pioniera" nelle terre alte, alla riscoperta del vivere il paesaggio a tutto tondo coniugando abitare e lavorare senza deturpare l'ambiente. Tale ritorno, spiega Cattaneo "richiede alla base una profonda conoscenza dettata soprattutto dall'esperienza diretta". Gli studi, infatti, l'hanno vista protagonista di numerosi sopraluoghi oltre che mettere in atto il coinvolgimento diretto degli abitanti delle Borgate della Valle del Cervo, delle amministrazioni locali ed anche di una scolaresca di Chiavazza.

Il presupposto importante per Carola Cattaneo è che "gli edifici tradizionali montani sono l'esempio di simbiosi e coerenza tra il costruito e l'ambiente naturale", pertanto la proposta suggerisce moderne soluzioni abitative che preservino le "espressioni uniche e originali della civiltà alpina". La serata in programma darà quindi la possibilità di apprezzare lo sguardo esterno e qualificato di una giovane che si è appassionata alla nostra storia ed al nostro ambiente in una prospettiva ottimistica circa la gestione dei nostri paesi.    

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore