/ CULTURA E SPETTACOLI

Che tempo fa

Cerca nel web

CULTURA E SPETTACOLI | mercoledì 10 ottobre 2018, 07:40

Al via sabato a Biella la Giornata del Contemporaneo

Al via sabato a Biella la  Giornata del Contemporaneo

Sabato 13 ottobre il Museo del Territorio Biellese, aderisce alla quattordicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, l’evento promosso da AMACI (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani) dal 2005 dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico. Il 13 ottobre apriranno gratuitamente le porte di 24 musei AMACI e di un migliaio di realtà in tutta Italia per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze.

Un programma multiforme che di anno in anno ha saputo regalare al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea. Per tale occasione, il Museo del Territorio Biellese sarà aperto ad ingresso gratuito dalle 11 alle 19 e i visitatori potranno visitare liberamente le collezioni e le mostre “Appunti di viaggio” e “Fra colori e vapori” dedicate a Giuseppe Bozzalla.

Come in passato AMACI ha affidato a un artista la realizzazione dell’immagine guida della manifestazione. La scelta dei Direttore dei musei associati è ricaduta su Marcello Maloberti e la sua opera “Medusa”. Medusa è il titolo dell’immagine realizzata dall’artista per la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo: un ragazzo africano – a torso nudo ma con il volto celato da un casco da motociclista ricoperto di conchiglie – ci guarda fisso negli occhi attraverso l’apposita fessura. La rotondità del casco viene sostituita da una forma frastagliata e la sua funzione protettiva viene alterata, a prima vista, dalla fragilità dell’agglomerato di molluschi.

La durezza dello sguardo e la fissità della posa contrastano con il senso di leggerezza generale dell’immagine che l’artista ha creato giocando con gli stilemi dell’iconografia classica: il giovane appare come una figura mitologica, una divinità riemersa dalle profondità marine, dove viveva o dove probabilmente è naufragato nel corso di un attraversamento in nave. Il suo sguardo diretto e fiero ci interroga, instaurando un dialogo silenzioso con lo spettatore, fatto di non detti e sottintesi: è uno sguardo che chiede risposte e che, ambiguamente, come nel caso di una Medusa contemporanea, potrebbe trasformarci in pietra, esercitando in noi fascino e repulsione, empatia e distacco.

L’AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, è un’ associazione non profit che oggi riunisce 24 tra i più importanti musei d’arte contemporanea italiani, nasce nel 2003 con lo scopo di fondare una vera cultura istituzionale dell’arte moderna e contemporanea nel nostro Paese.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore