/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | giovedì 13 settembre 2018, 17:25

Al carcere di Biella mancano sottufficiali

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Riceviamo e pubblichiamo:

"Dal luglio scorso, più volte il SiNAPPe ha evidenziato ai superiori uffici la situazione assolutamente grave ed urgente che si sarebbe registrata da li ad un paio di mesi, con l’avvio del corso per vice ispettori. Si prospettava infatti una grave carenza di sottufficiali, così come ribadito dal sottoscritto anche lo scorso 6 settembre, in sede di incontro sindacale con il Provveditore, che avrebbe recato grave disagio allo svolgimento quotidiano dell’attività penitenziaria. E così è stato, senza che alcun azione preventiva fosse posta in essere.

Allo stato attuale la Casa Circondariale di Biella, si ritrova con solamente 2 Sovrintendenti ed un Ispettore. Dei tre, soltanto uno presta un servizio continuativo, stante le importanti patologie che interessano gli altri due (a dispetto della loro volontà di essere maggiormente presenti). Pertanto al comando dell’Istituto di Biella si trova l’unico sottufficiale rimanente: un Sovrintendenti che non ha mai espletato le funzioni di Comandante di Reparto! Il penitenziario è lasciato allo sbando; il personale non riesce più a gestione l’agitazione dei detenuti, i quali cercano Ispettori e Commissari per risolvere le loro problematiche. La partenza dei “corsisti” ha lasciato scoperti i ruoli di Coordinatori di unità operative; non ci sono sottufficiale per eseguire gli importanti atti di P. G. Allo stato attuale non si è ancora a conoscenza di tutto il servizio programmato per il mese di settembre, in quanto anche gli addetti all’Ufficio Servizi sono stati impiegati per risolvere l’emergenza del carcere che, a causa di una gestione assolutamente inadeguata, è entrata in un vortice di problematiche che non sembra avere soluzione. Sono stati registrati giorni in cui il personale è stato trattenuto in servizio anche per 16 ore continuative, con turni di 8.00/20.00!

Pertanto, vista la gravità e l’urgenza della situazione fin qui descritta, e non essendo assolutamente differibile un intervento da parte dei Superiori uffici, il SiNAPPe chiede l’integrazione dell’organico sottufficiali, con l’invio immediato di almeno 4 Ispettori e 3 Sovrintendenti".

Il Segretario Regionale Raffaele TUTTOLOMONDO

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore