/ COSTUME E SOCIETÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

COSTUME E SOCIETÀ | mercoledì 15 agosto 2018, 08:00

Storie di emigrazione dall'Alta Valle Cervo e 120 anni della Locanda della Galleria Rosazza

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Casa Museo sabato 18 agosto Gianni Valz Blin, presidente onorario della Casa Museo dell'Alta Valle del Cervo, accompagnerà i visitatori alle mostre inaugurate lo scorso 4 agosto.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Casa Museo sabato 18 agosto, alle 15.30, Gianni Valz Blin, presidente onorario della Casa Museo dell'Alta Valle del Cervo, accompagnerà i visitatori alle mostre in corso, inaugurate lo scorso 4 agosto.  

La prima mostra è dedicata a celebrare il 120° anniversario dell'apertura della Locanda della Galleria Rosazza. Realizzata grazie ai documenti originali forniti dalla Fondazione Piacenza, che custodisce l'archivio della Famiglia del Senatore Federico Rosazza, si possono anche trovare fotografie d'epoca,vari  menù e la storia della gestione della struttura frequentata negli anni da un pubblico non solo di devoti che transitavano per raggiungere il Santuario di Oropa ma anche dal più svariato tipo di turisti. Nel corridoio è esposta il risultato della ricerca fatta di testi e di riproduzioni dei disegni di Giuseppe Maffei, che nel 1997  Gianni Valz Blin condusse per la pubblicazione del bel libro "Una luce attraverso la montagna" scritto in occasione del centenario dell'inaugurazione della  Galleria e della strada. Un accattivante video del fotoamatore Giuliano Basilio racconta per immagini il percorso per raggiungere la storica locanda, al tutto si aggiunge una sala dedicata alle cartoline d'epoca gentilmente allestita dall'associazione filatelica di Biella.

La seconda mostra è stata curata dalla Casa Museo dell'Alta Valle del Cervo ed espone la selezione di immagini proposte lo scorso anno a Palazzo Ferrero nel corso dell'evento Confini Migranti." Valligiani nel mondo. Storie di emigrazione dall'Alta Valle del Cervo" è il titolo della mostra fotografica che documenta i lunghi viaggi intrapresi dai Valit per esercitare la propria opera nei cantieri pubblici e privati:commoventi fotografie di maestranze al lavoro, persone che festeggiano ed anche, risalenti ai primi anni del '900 gruppi famigliari, perchè nel "nuovo secolo" le spose valëtte cominciarono ad accompagnare i mariti nelle trasferte intercontinentali. Le mostre propongono dunque un viaggio attraverso immagini e documenti che contribuisco a raccontare capitoli diversi della storia secolare della Bürsch.  

Le mostre resteranno aperte fino al 26 agosto e saranno visitabili con i seguenti orari: da martedì a domenica, ore 10-12 e 16-18.30. Lunedì chiuso. Ingresso libero.      

Info: www.casamuseo-altavalledelcervo.it - info@casamuseo-altavalledelcervo.it - Tel. 3383876595 - FB Casa Museo dell’Alta Valle del Cervo  

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore