/ Basso Biellese

Che tempo fa

Cerca nel web

Basso Biellese | domenica 12 agosto 2018, 08:35

Massazza: Attivo il servizio "Una Scelta in Comune"

Foto di repertorio

Il Comune di Massazza, in collaborazione con il Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti, ha attivato la procedura "Una Scelta in Comune", in base alla quale i cittadini maggiorenni hanno la facoltà, e non l'obbligo, di registrare presso l'ufficio anagrafe la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti.

In occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, l’addetto allo sportello chiederà al cittadino se intende registrare la propria volontà, esprimendo il consenso o diniego alla donazione, e firmando un apposito modulo. La scelta sarà inserita nel Sistema Informativo Trapianti, il data-base del Centro Nazionale Trapianti, che permette ai medici del coordinamento, in caso di possibile donazione, di consultare 24 ore su 24 in modalità sicura la dichiarazione di volontà di un individuo. Questa è una delle possibilità per esprimere la propria volontà (consenso o diniego) in materia di donazione di organi e tessuti dopo la morte. L'alternativa è la registrazione presso il medico di famiglia o la ASL di riferimento (sul sito www.donalavita.net sono presenti tutti gli sportelli del Piemonte e della Valle d’Aosta), compilando un apposito modulo, con conseguente inserimento nel Sistema Informativo Trapianti. Il cittadino potrà cambiare la propria decisone in qualsiasi momento, recandosi presso la propria ASL.

In senso favorevole alla donazione il cittadino può fare la dichiarazione scritta dell'Associzione Italiana Donatori Organi (tesserino o testamento olografo), che porta con sé fra i propri documenti, e che, grazie ad una convenzione tra AIDO e Centro Nazionale Trapianti, confluisce direttamente nel Sistema Informativo Trapianti; oppure iscrivendosi all’AIDO. Con la possibilità, anche in questi due casi, di cambiare idea, in quantola legge ritiene valida l’ultima dichiarazione di volontà manifestata.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore