/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 18 luglio 2018, 07:20

Cosrab, la nuova sfida passa dai rifiuti "nobili": "Progetto di recupero farà risparmiare l'intero Biellese"

Cosrab, la nuova sfida passa dai rifiuti "nobili": "Progetto di recupero farà risparmiare l'intero Biellese"

Un progetto sperimentale voluto da Cosrab che permetterà di separare materiali nobili come legno o metalli dai rifiuti ingombranti con la creazione di una rete d’impresa legata all’economia circolare. Partirà nel mese di agosto e avrà, come protagonisti, l’azienda Metallurgica Biellese e un’associazione di promozione sociale. A loro il compito, in un’area appositamente creata con relative autorizzazioni, di occuparsi di circa 400 tonnellate di rifiuti recuperando le parti che possono essere cedute ai consorzi di filiera per il loro completo riutilizzo, anche sotto forma di farina fossile destinato, ad esempio, al settore edile. “Il progetto durerà tre mesi e sarà rinnovabile per altri tre – spiega il vicepresidente Cosrab, Alessandro Pizzi – consentendoci di risparmiare centinaia di migliaia di euro l’anno, di mettere in moto una vera e propria rigenerazione dell’economia ma soprattutto di dimostrare che un ecocentro non è solo una discarica ma una fabbrica per vari materiali”. Ad essere coinvolti saranno inizialmente i rifiuti ingombranti provenienti dagli ecocentri di Trivero, Cossato e Pray. Successivamente entreranno in gioco Biella, Mongrando e Viverone.

“Gli ecocentri avrebbero un bilancio positivo tra costi e ricavi – prosegue Pizzi – ma il lato negativo è legato al trattamento e allo smaltimento degli ingombranti che ci costano 130 euro a tonnellata. Se si intervenisse sul recupero di alcuni materiali poi rivenduti ai consorzi la spesa totale sarebbe decisamente inferiore rispetto ai 382mila euro attuali. Una cifra folle che riguarda tutti i cittadini biellesi”.

Il progetto, denominato HM Economia Circolare, non è ancora partito ma è possibile fare delle stime: “Se recuperiamo il 30% del materiale nobile – sostiene il vicepresidente del Consorzio Smaltimento Rifiuti Area Biellese – il risparmio sarebbe di circa 110mila euro l’anno. Si tratta di una sperimentazione rivolta a valorizzare ciò che già separiamo già in casa. Una vera scommessa per il territorio in uno dei primi progetti di questo genere in tutta Italia”.

 

l.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore