/ Basso Biellese

Che tempo fa

Cerca nel web

Basso Biellese | sabato 14 luglio 2018, 07:00

I piccoli Comuni si svuotano, da Viverone appello di 300 sindaci al Governo: "Più risorse e meno burocrazia" FOTO VIDEO

Alla conferenza nazionale Anci parole distensive del viceministro Laura Castelli e del sottosegretario Stefano Candiani, che annuncia la modifica alla circolare Gabrielli sulla sicurezza. Intanto una ricerca conferma l'esodo verso le aree urbane. Pella: "Stiamo dando impulsi per valorizzare il territorio"

Foto Alessandra Eusebio

Sopravvivere allo spopolamento e alla carenza di risorse e servizi attraverso il rilancio della qualità della vita e l'impegno, da parte del Governo rappresentato dal viceministro dell'Economia, Laura Castelli, e dal sottosegretario al Ministero dell'Interno, Stefano Candiani, a sbloccare gli investimenti necessari allo sviluppo sociale, al turismo, alla riqualificazione snellendo la burocrazia e modificando la circolare Gabrielli legata alla sicurezza.

Il messaggio arriva dalla 18.a conferenza nazionale dell'Anci dedicata ai piccoli Comuni che si è tenuta ieri, 13 luglio, alla palestra polifunzionale di Viverone. Tanti i sindaci presenti per ascoltare le parole dei rappresentanti dell'Associazione tra cui il presidente di Anci Piemonte, Alberto Avetta, che ha ricordato la campagna #liberiamoisindaci e la proposta di legge per ridurre la burocrazia, e il messaggio fatto pervenire del Capo dello Stato, Sergio Mattarella: "Occorre evitare il depauperamento, fenomeni forieri di disgregazione e dissesto: è questa una condizione di coesione sociale, oltre che di tutela dell’integrità dei nostri territori”. 

L'ESODO VERSO LE AREE URBANE - L'Anci ha presentato una ricerca che indica come in sei anni i borghi, in Italia, sono 5.544 (oltre duemila suddivisi tra Piemonte e Lombardia), hanno perso oltre 74 mila abitanti. Nei piccoli Comuni abitano 9,9 milioni di persone, il 16,4% della popolazione. Nei borghi, evidenzia il dossier, ci si sente più protetti: solo il 5,1% della popolazione considera la sicurezza un problema contro il 15,9% di chi vive in aree urbane con oltre 50 mila abitanti.

"LAVORATE PER TROVARE SOLUZIONI ALTERNATIVE" - A dirlo il viceministro dell'Economia e delle Finanze Laura Castelli intervenuta a Viverone: "Nel contratto di governo che abbiamo scritto il tema degli enti locali è molto sentito e importante - ha detto - in particolare, ci stiamo concentrando sullo sblocco degli investimenti per rispondere nel modo più tempestivo possibile alle richieste del territorio. E invito tutti voi a lavorare insieme per trovare soluzioni alternative alle diverse problematiche che dovete affrontare e per le quali, ad oggi, non avete avuto risposte, a partire dal Fondo crediti dubbia esigibilità".

CHIAMPARINO RICHIAMA A INNOVAZIONE E DEMOGRAFIA: “L’Italia ha avuto la fortuna, in parte ancora presente, sia per i territori sia per le aziende di essere caratterizzata dal tema “piccolo è bello” - ha detto il presidente della Regione Piemonte - un tema assolutamente vero ma che deve superato. Dobbiamo bypassare la retorica per non perdere il treno di una sfida strategica fondamentale a livello mondiale che si gioca su due fattori intrinsecamente legati tra di loro: innovazione e demografica. Creare, dunque, le condizioni per attrarre giovani sui territori e perché le famiglie possano essere incentivate a creare demografia. Inoltre le grandi infrastrutture immateriali devono diventare lo strumento con cui la grande comunità urbana diffusa investe per creare futuro per i giovani, per tutti".

Newsbiella ha intervistato alcuni dei politici biellesi presenti all'evento e il presidente di Anci Piemonte Alberto Avetta.

l.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore