/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 22 giugno 2018, 12:32

Biella: La Guardia di Finanza ha compiuto 244 anni, ecco i militari premiati

Con una sobria cerimonia a carattere interno, è stato celebrato nella Caserma di Biella il 244° Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, alla presenza del Comandante Provinciale Pasquale Marotta, degli Ufficiali e di una rappresentanza di Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati e Finanzieri che prestano servizio presso il Comando Provinciale, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e la Compagnia di Biella, nonché di Fiamme Gialle in congedo della locale Sezione A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d’ Italia).

Dopo la lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del Giorno Speciale del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi, ha preso la parola il Comandante Provinciale che ha rivolto un sincero ringraziamento a tutti i finanzieri biellesi per il costante impegno, la professionalità e lo spirito di servizio che li hanno caratterizzati. Nell’ambito della cerimonia sono stati consegnati degli Encomi e degli Elogi ai militari che si sono particolarmente distinti nelle attività operative.

I premiati sono stati: Edmondo Massa, Andrea Basso e Alessandro Mario Di Marco che hanno ricevuto un Encomio Semplice concesso dal Comandante Regionale Piemonte per una brillante attività di servizio condotta nel settore del contrasto all’evasione fiscale che ha portato alla segnalazione ai competenti Uffici finanziari di una base imponibile sottratta a tassazione pari ad euro 50.271.000,00 con conseguenti imposte evase ai fini delle II.DD. per un ammontare pari a euro 13.807.000,00, un’IVA dovuta pari a 349.903,00 nonché con la denuncia a piede libero, a vario titolo, di 8 responsabili all’Autorità Giudiziaria per reati tributari.

Giuseppe Giliberto e Riccardo Fasciani che hanno ricevuto un Elogio concesso dal Comandante Provinciale per un intervento che ha sventato il furto di materiale vario presso un capannone industriale. Nel corso di detto intervento i finanzieri hanno rischiato gravi conseguenze fisiche, in quanto nel corso dell’inseguimento stradale insorto per provvedere all’arresto dei ladri, gli stessi, cercando di dileguarsi, hanno più volte tentato di investire la vettura dei finanzieri. La cerimonia si è conclusa con la lettura della preghiera della Guardia di Finanza, accompagnata dalle note musicali composte dalla Banda del Corpo che evocano un commosso ricordo dei caduti in servizio. Infine un corale, sentito, “viva la Guardia di Finanza, viva l’Italia”. 

l.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore