/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 12 giugno 2018, 12:23

SEAB: Avviato il progetto per la salute dei dipendenti in collaborazione con ASL

Con una lettera inviata alla fine di maggio, SEAB ha proposto ai propri dipendenti il progetto WHP, iniziativa volta alla promozione della salute nell'ambiente di lavoro, alla diffusione di corretti stili di vita, ed alla correzione delle criticità. Il Presidente SEAB, Claudio Marampon, ne spiega lo scopo: "Si tratta di un'operazione che facciamo in collaborazione con l'ASL di Biella per coinvolgere i lavoratori che vogliono aderire. Una sperimentazione finalizzata ad aiutare i dipendenti contro certe patologie: gli offriamo un monitoraggio volontario e gratuito sulla loro salute in relazione ad eventuali problemi cardiovascolari, oppure ortopedici alle ginocchia, spalle, schiena, soprattutto per chi guida i mezzi".

Il progetto riguarda inoltre temi come la sana e corretta alimentazione e la cultura del benessere fisico: "Le valutazioni hanno oggetto anche comportamenti come il tabagismo, l'alcolismo, la ludopatia, - continua Marampon - per contrastare il fumo di sigarette, l'uso smodato di sostanze alcoliche, l'assunzione di droghe, il gioco alle slot-machine". Successivamente, SEAB ha incontrato i dipendenti, con esito molto positivo: "L'adesione, che si attesta tra il 96% ed il 98% - afferma Marampon - dimostra che SEAB persegue l'obiettivo della salute di ogni singola persona, e, in quanto azienda pubblica, deve dare, oltre a servizi e lavoro, risposte di carattere sociale". Il progetto si articolerà in tre fasi. Nella prima, con l'aiuto del medico interno a SEAB, dottoressa Martinez, i dipendenti sosterranno esami ematochimici completi, più l'elettrocardiogramma in azienda. Quella successiva è un fase di gruppo (30-40 persone per volta): un momento formativo sui temi del progetto da parte di sanitari dell'ASL. In conclusione sono previsti eventuali approfondimenti clinici in merito a patologie evidenziate. Il progetto durerà circa tre anni, al termine dei quali si procederà a riverificare le condizioni cliniche di partenza con l'obiettivo di accertarne dei miglioramenti.

Il Presidente SEAB sottolinea l'importanza dell'iniziativa: "I nostri dipendenti svolgono un lavoro pesante per gli orari, le intemperie, il peso dei contenitori che sollevano duecento volte in una giornata di lavoro. Questo accordo serve a noi per la loro salute, e serve ad ASL perché può compiere una verifica su un bacino di 200 lavoratori che svolgono un lavoro usurante riconosciuto dall'INPS, tanto da anticipargli il raggiungimento della pensione. E' un progetto esclusivo a livello nazionale proprio perché riguarda un monitoraggio di 200 dipendenti".  

Alessandro Bozzonetti

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore