/ COSTUME E SOCIETÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

COSTUME E SOCIETÀ | domenica 10 giugno 2018, 16:22

Tra sfilate in costume e scacchi viventi, il Medioevo rivive a Crevacuore FOTOGALLERY

Foto di Gilberto Caon

Il Medioevo è tornato a rivivere a Crevacuore. Dame, cortigiani, signorotti, marchesi, mercanti, uomini di chiesa, giullari, sbandieratori, saltimbanchi, musici, soldati di ventura, crociati: c’erano proprio tutti a sfilare (oltre 200 figuranti ) per le vie storiche del paese, riunito a festa nella giornata di sabato 9 giugno per celebrare la tradizionale partita di scacchi viventi.

Spettacoli itineranti, curiosi intrattenimenti, banchetti conviviali e perfino un palo della cuccagna alto all’incirca 14 metri hanno colpito l’immaginario e la curiosità dei presenti. Una manifestazione sapientemente realizzata dal Gruppo Crevacuoresi in Piazza che ha avuto il merito di ricreare efficacemente la tipica atmosfera medievale tra suoni di cornamusa, danze, rulli di tamburi e giochi medievali adatti ad ogni età.

Nutrito pubblico in serata per assistere alla celebre partita a scacchi vivente, ricreata con novizia di particolari nella Piazza grande del borgo cittadino: ad intrattenere la platea gli spettacoli giullareschi, le esibizioni degli sbandieratori di San Secondo d’Asti e le danze nobiliari di fine Seicento e inizio Settecento. Uno spettacolo dentro a un altro spettacolo prima della sfida che molti attendevano e che vide contrapporsi, secoli fa, uno degli ultimi discendenti della famiglia che dominava su Crevacuore e un cittadino stanco dei soprusi e dell’oppressione signorile. Mosse e contromosse di grande ingegno che decretarono la vittoria (e la liberazione) del prigioniero e gli applausi scoscianti dei convitati di oggi.

Gilberto Caon

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore