/ ECONOMIA

Che tempo fa

Cerca nel web

ECONOMIA | venerdì 08 giugno 2018, 12:27

Città Studi Biella ieri, oggi e domani: Presentati percorsi odierni e prospettive future

Città Studi Biella ieri, oggi e domani: Presentati percorsi odierni e prospettive future

Città Studi Biella ieri, oggi e domani non è solo il titolo dell’incontro del 6 giugno, ma rappresenta la precisa volontà di fare il punto su quanto già è stato fatto e ancora c’è da fare, secondo le linee di sviluppo tracciate dall’azienda, per dare un nuovo volto ad una realtà societaria che non può esimersi dal fare i conti con la rapida evoluzione del contesto in cui si trova ad operare.

Città Studi, in quanto strumento territoriale nato per valorizzare e rilanciare lo sviluppo culturale e imprenditoriale del Biellese, è impegnata non solo nell’intercettare, ma nell’anticipare (quando possibile) le sfide di un mercato sempre più competitivo e che necessita di risorse umane competenti e, di conseguenza, competitive. La sopravvivenza delle imprese oggi è determinata dalla capacità di produrre meglio rispetto ai concorrenti e l’unico modo per allungare il passo sui Paesi che producono a basso costo è puntare, in tempi rapidi, su qualità, sostenibilità e innovazione. È su questi pilastri che Città Studi ha deciso di investire negli ultimi anni, sia in ambito formativo che di offerta di servizi.

La necessità di contenere i costi di gestione, per pesare sempre meno sulla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, ha portato l’azienda ad una riorganizzazione gestionale interna, in termini di processi e di revisione degli accordi in essere con clienti e fornitori. I risultati dell’ultimo triennio premiano la nuova politica aziendale: dal 2014 al 2017, infatti, il contributo a carico della Fondazione CRB si è più che dimezzato, con un risparmio in conto esercizio di 650.000 euro (passato dal 1.280.000 euro del 2014 ai 630.000 euro versati nel 2017). Al tempo stesso il processo di digital transformation ha portato ad una ridefinizione dell’offerta formativa, decisamente più business oriented e interconnessa con le reali esigenze delle imprese. Il piano di sviluppo di Città Studi si compone di diverse aree di intervento, che rispondono a precisi bisogni di mercato e puntano all’eccellenza e all’esclusività dell’offerta.

Attraverso l’Academy Città Studi ha avviato un progetto di formazione ad hoc che, avvalendosi di un nuovo modello formativo, consente la creazione di ambienti di apprendimento con metodologia duale strettamente collegati alle esigenze delle imprese. Un luogo per sviluppare competenze tecniche in tempi brevi e con conoscenze mirate. L’Executive Master in Omnichannel Marketing è un esempio di proposta di alta formazione, costruita con un modello didattico innovativo, nata dalla necessità delle imprese di trovare una figura tecnica e manageriale capace di muoversi con disinvoltura tra i nuovi strumenti tecnologici disponibili sul mercato, scegliendo quelli più adatti alle esigenze dell’azienda e usando la rete come strumento di monitoraggio. Il cambiamento necessario per essere competitivi ha interessato anche l’offerta universitaria, composta oltre che dai corsi di laurea in Giurisprudenza, Scienze dell’Amministrazione e Servizio Sociale dell’Università degli Studi di Torino, anche da due percorsi unici in Italia e presenti solo nella sede di Biella, ovvero: Amministrazione Aziendale – orientamento Digital Economy dell’Università degli Studi di Torino e Ingegneria Meccanica ad Orientamento Tessile del Politecnico di Torino. Due prodotti formativi unici che rafforzano la volontà di identificare la vocazione ai processi innovativi di Città Studi e degli Atenei ospitati.

In quest’ottica ci si sta attivando per portare a Biella un percorso di Servizio Sociale più strettamente indirizzato alla gestione delle risorse umane e dei relativi percorsi di crescita all’interno delle aziende. Anche i due Master post laurea proposti per l’autunno 2018 si muovono lungo questa direttrice, per formare tecnici o manager del futuro, con competenze nuove. Fiber Design and Textile Processes, Master di I livello organizzato con POLI.design del Politecnico di Milano, punta alla progettazione di fibre innovative e nuovi materiali, progetti di Internet of Things (IoT) e sostenibilità ambientale, in partnership con più di 30 aziende del tessile nazionale e internazionale. Sports Engineering, Master di II livello attivato con Politecnico di Torino, Scuola dello Sport del CONI e certificato dal Johan Cruyff Institute di Barcellona, è il primo Master in Italia finalizzato a formare esperti in grado di affrontare la scienza multidisciplinare rappresentata dall'ingegneria dello sport. Città Studi, infine, si sta attivando, in raccordo con Politecnico di Torino e con i responsabili del Corso Tecnico Superiore ITS, per definire la sua naturale prosecuzione, ovvero una Laurea Triennale professionalizzante, una sfida che è necessario vincere per riportare a Biella un corso universitario interamente dedicato al tema tessile e manifatturiero.

Nel campo della ricerca e sviluppo, Città Studi ha portato avanti le attività del Polo di Innovazione Tessile, di cui è Ente gestore, volte a promuovere i valori della competitività e dell’innovazione cooperativa, favorendo lo scambio costante tra domanda e offerta d’innovazione. Da poco più di un anno, inoltre, ospita la T.C.P Engineering, una start up di ricerca e sviluppo in ambito tessile, chimico e di processo. La società è incubata da Città Studi e rappresenta l’unico centro di ricerca sul tessile innovativo del Nord Italia. Il progetto per il prossimo futuro, al quale si sta già lavorando, è quello di realizzare un luogo fisico dove imprese, ricercatori e start up si possano incontrare e sviluppare prodotti e processi per il mondo della trasformazione digitale. Un laboratorio R&D ispirato ai top quality mondiali per la formazione, la ricerca e la creazione d’impresa.

Infine, tra i migliori risultati conseguiti negli ultimi anni, non possiamo non citare il servizio MegaWeb di Città Studi. Il provider per il territorio, le famiglie e le imprese, che per primo ha contribuito a combattere il digital divide del Biellese, e che nell’ultimo triennio ha fatto registrare una crescita di fatturato del 44%, con un aumento esponenziale del numero di clienti (+ 20% solo nel 2017 rispetto all’anno precedente). Le utenze oggi superano le 6.400 unità e, novità di questi mesi, chi vive o lavora a Biella, Cossato e Candelo potrà scegliere l’opzione MegaFibra, che con la tecnologia mista VDSL (fibra ottica e rame) consente di viaggiare sino a 100 Mbit/sec. Si sta già lavorando per riuscire ad estendere il servizio ad altri comuni della Provincia. Nell’ambito dei servizi ICT, MegaWeb ha ampliato la propria offerta di network services e data management, proponendo un nuovo servizio di sicurezza fisica e video sorveglianza. Inoltre, grazie alla collaborazione con InNovāRē, centro di competenza di Città Studi, è oggi in grado di offrire servizi di ICT avanzati per i progetti di innovazione, in materia di: sviluppo software ed app personalizzati; Internet of Things; domotica e building automation; sistemi integrati OmniChannel; Web marketing; E-commerce e altro.

Credendo fermamente che l’innovazione di processo e di prodotto sia l’unico vero elemento in grado di garantire il successo all’impresa nel mercato globale, Città Studi si pone nei confronti del territorio come strumento e interlocutore privilegiato per raggiungere tale obiettivo. Un interlocutore dinamico e attivo, sempre pronto a stringere ulteriori sinergie con attori locali e realtà internazionali, per dare una chance in più al rilancio economico e culturale del Biellese.                                                            

c.s. Città Studi - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore