/ Newsbiella Young

Che tempo fa

Cerca nel web

Newsbiella Young | mercoledì 16 maggio 2018, 16:22

Studenti biellesi vincitori del concorso “Le nostre impronte sul pianeta”

Studenti biellesi vincitori del concorso “Le nostre impronte sul pianeta”

Nei giorni 9-10-11 maggio, gli allievi della classe 3C LSSAM (Liceo Scientifico delle Scienze applicate a orientamento musicale – IIS “Q. Sella”), in quanto vincitori del concorso bandito dal Progetto Diderot Fondazione CRT “Le nostre impronte sul pianeta”, si sono recati a Grugliasco con gli insegnanti Marina Soppeno, Lucio Massa e Rossana Azzollini, per svolgere attività di alternanza scuola-lavoro presso il Dipartimento Disafa della Facoltà di Agraria.

Si tratta di un’iniziativa realizzata a partire dall’attività di ricerca sulla contabilità ambientale delle produzioni agroalimentari. Il lavoro, effettuato da novembre fino a marzo, ha richiesto una parte online di risoluzione di quesiti matematico-scientifici di contabilità ambientale volti a far comprendere quanto le nostre scelte siano fondamentali per la sostenibilità, più la produzione di un video sulla stessa tematica. Solo due classi in Piemonte hanno superato l’attento esame dello staff Disafa, che ha permesso di aggiungere alle 40 ore di alternanza a scuola altre 20 di attività presso il Dipartimento della Facoltà.

“Quest’ultima parte è stata produttiva e, grazie alla professionalità dei docenti-tutor, anche molto stimolante- spiegano - ci siamo cimentati con un caso reale di contabilità della CO2 emessa per la produzione di vegetali dopo essere stati in visita al CAAT (centro agroalimentare di Torino). Abbiamo vissuto tre giornate intense come veri esperti, respirando il clima dell’Università e sentendoci dei ricercatori scientifici. La sensibilizzazione ai problemi ambientali deve partire dalla consapevolezza che ognuno di noi può e deve fare la sua parte anche semplicemente con l’acquisto di un bene piuttosto che un altro al supermercato; noi lo abbiamo verificato con mano attraverso i calcoli e le proposte di lavoro che i tutor ci hanno proposto e che sono stati veramente coinvolgenti”.  

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore