/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | mercoledì 16 maggio 2018, 17:30

Viaggio in Burundi per i volontari della Comunità Biellese Aiuti Umanitari FOTOGALLERY

Viaggio in Burundi per i volontari della Comunità Biellese Aiuti Umanitari FOTOGALLERY

Nella settimana dal 7 al 15 aprile, una delegazione dell’associazione composta da Carlo Ferrero, Federico Chiorboli, Margherita Piccioni e Valerio Monteleone si è recata in Burundi per vedere e toccare con mano i risultati dei progetti finanziati grazie al contributo dei singoli donatori e sostenitori biellesi. In Burundi infatti la CBAU opera dal 2001, supportando le attività di AVSI nell’ambito del sostegno a distanza. A fronte delle esigenze del contesto, nel 2010 è quindi nato il Centre MEO Lino Lava a Cibitoke, cuore dei quartieri nord (i più poveri) della capitale Bujumbura al fine di garantire ai bambini un luogo ove recarsi per giocare, leggere, studiare, danzare, suonare e mangiare un pasto completo tre volte a settimana.

L’impegno dell’associazione in questi anni si è rivolto al supportare progetti nutrizionali per i bambini del centro Meo, oltre che promuovere il Sostegno a distanza degli stessi bambini: attualmente sono circa 130 biellesi parrains che sostengono i bambini e le loro famiglie, supportandoli nel percorso formativo, nelle cure mediche e nei bisogni nutrizionali. Durante la visita della delegazione, l’associazione ha potuto constatare il lavoro quotidiano degli assistenti sociali, degli psicologi e degli animatori, confermando quindi l’importanza del supporto alla popolazione locale e, nello specifico, al progetto del Centro Meo Lino Lava.

“La direttrice Christine con le sue assistenti sociali, Gasade che si occupa della parte ludica, e tutto il personale fanno un lavoro egregio e seguono gli oltre 400 giovani che frequentano il centro in modo esemplare – spiegano - Siamo inoltre contenti che Selina Faccin , la ragazza che ha fatto lo stage di sei mesi da settembre 2017 a marzo 2018 con un progetto finanziato da LEO CLUB di Biella, è tornata in Burundi assunta da AVSI per seguire il centro”.

“Abbiamo inoltre pranzato – proseguono - con i bambini ed abbiamo potuto verificare che il progetto nutrizionale cha da alcuni anni finanziamo serve a dare loro tre pasti bilanciati e nutrienti la settimana:composti da riso, fagioli, lenga lenga (una specie di spinacio locale) e carne. Le loro mamme si alternano entusiasticamente aiutando il personale nella preparazione dei pasti. Adesso ancor di più, il progetto rappresenterà luoghi, volti, nomi, persone concrete, strette di mano ed abbracci conosciuti”.

“La CBAU – concludono - ha da sempre finanziato interventi e progetti in loco in linea con la sua filosofia di intervento sin dalla ex-Jugoslavia. Lino Lava diceva sempre… ”dobbiamo portare gli aiuti sul posto al fine di sviluppare e migliorare le loro condizioni e per poter vivere una vita dignitosa”. Ringraziamo molto tutti coloro che da sempre hanno fiducia nella nostra associazione finanziando generosamente i nostri progetti e i sostenitori biellesi che aiutano in modo continuativo i bambini del centro.Ringraziamo inoltre la Banca del giocattolo, lo scambio dei vestiti della associazione genitori di Chiavazza e le persone che hanno dato il materiale (giocattoli, cancelleria e vestiti) che abbiamo portato ai bambini del centro”.  

c. s. g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore