/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | lunedì 16 aprile 2018, 15:19

Gomitolo Rosa contro la violenza

Il 28 febbraio scorso a Cisterna di Latina due bambine sono state uccise dal loro padre, Luigi Capasso, sparando anche numerosi colpi con la pistola di ordinanza verso l’ex moglie Antonietta, lasciandola gravemente ferita. La notizia ha sconvolto l’intera Penisola e ancor di più ha colpito chi viveva nella città dell'Agro Pontino, al confine fra le province di Roma e Latina, dove è avvenuta la tragedia. Il dramma, che ha lasciato sgomenti tutti, tuttavia non vuole essere dimenticato. Non si vuole né si può dimenticare la violenza che quotidianamente colpisce i bambini, spesso commessa da persone in cui i piccoli dovrebbero poter riporre la loro fiducia. Non si può accettare la violenza come un aspetto inevitabile della vita, non si deve.

Per questo motivo l’Associazione Latinaknitcrochet, di Cisterna di Latina, ha creato, per il 25 novembre, un evento a cui tutti sono invitati ad aderire: Una rosa bianca per Martina e Alessia. L’evento, in collaborazione con Gomitolo Rosa, Magliuomini e Sul Filo dell’Arte, vuole ricordare le due piccole vittime dell’umana crudeltà e tutti quei bambini che subiscono ogni giorno violenza in famiglia, con una Rosa Bianca, con tante rose bianche che verranno create e raccolte in tutta Italia, da chi non vuole dimenticare. Gomitolo Rosa, che già collabora con Latinaknitcrochet per il progetto Il filo che Unisce, mette a disposizione ai gruppi e alle Associazioni 300 gomitoli bianchi per la realizzazione delle roselline e 300 gomitoli rossi per la creazione di rose rosse, per le donne vittime di femminicidio.

Tutto il lavoro organizzativo, sostenuto dalle migliaia di dita che creeranno petali lanosi con l’obiettivo di rimarcare il rispetto per la vita e il rifiuto a qualsiasi forma di violenza esercitata sistematicamente sulle donne, allo scopo di annientarne l'identità, si concluderà il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale della violenza contro le donne istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. A Cisterna di Latina infatti convergerà una fioritura lunga e ramificata di rose rosse e di roselline bianche che si originerà, dai borghi alpini ai villaggi marini, dalle città metropolitane ai paesi collinari,per non dimenticare mai e per reagire affrontando insieme ogni tipo di violenza sia fisica che psicologica.   A Biella chi desidera partecipare può creare roselline bianche e/o rosse e portarle entro il 30 ottobre al punto di raccolta presso la Biblioteca Civica e condividere sui social le immagini con l’hashtag #unarosabiancapermartinaealessia. 

Per informazioni segreteria@gomitolorosa.org www.gomitolorosa.org/ita/rosa-bianca-martina-alessia/  

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore