/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | martedì 23 gennaio 2018, 11:58

Fugge all'alt della Polizia, ritrovato a casa dell'amico coltivatore di marijuana. Scatta un arresto

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Aveva creato un laboratorio per la produzione di sostanze stupefacenti nella mansarda oltre a detenere illegalmente del materiale esplodente. Protagonista un 41enne residente fuori provincia, B.M., arrestato la notte scorsa dalla Polizia di Biella.

Nella stessa operazione denunciato per guida senza patente, rifiuto di sottoporsi agli esami tossicologici e resistenza a pubblico ufficiale un amico 34enne del soggetto, B.A., che in serata non si era fermato all'alt degli agenti in via Ogliaro mentre era al volante della sua auto. 

I fatti sono accaduti intorno a mezzanotte: Volanti della Polizia hanno notato due auto che viaggiavano ad alta velocità in città. Una Fiat Punto è stata fermata mentre l'altra, una Bmw, ha eluso i controlli. In questo caso, però, un agente ha fatto in tempo a riconoscere il conducente, tossicodipendente, a cui era stata revocata la patente nel 2015. I poliziotti, dopo aver richiesto inutilmente al soggetto bloccato informazioni sull'altra auto, sono giunti a casa della persona riconosciuta dove hanno trovato solo la compagna, la quale ha ammesso che l'uomo si trovava a casa di un amico. Qui, gli agenti hanno scoperto 76 grammi di marijuana oltre a nove vasi con piante di cannabis, un bilancino elettronico di precisione e, in mansarda, tutto l'occorrente per la coltivazione. Materiale, tutto sequestrato, di proprietà del conducente della Punto.

Sempre nell'abitazione sono stati trovati tre petardi costruiti artigianalmente e un fuoco d'artificio detenuto illegalmente. 

l.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore