/ Circondario

Che tempo fa

Cerca nel web

Circondario | mercoledì 06 dicembre 2017, 18:18

Biollino: "Ticket nelle manifestazioni già attivo da tempo. Ricetto è faro del paese"

Le precisazioni del sindaco di Candelo, Mariella Biollino, in risposta alle diverse polemiche degli ultimi giorni: "L’importante è costruire insieme per lo sviluppo del paese, grazie a un monumento unico in Europa, che tutti ci invidiano"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Negli articoli usciti in questi giorni e nei commenti sui social è emersa un po’ di confusione sul concetto di ticket d’ingresso al monumento (in studio da tempo e non attivo) e ticket da sbigliettamento in occasione di grandi eventi organizzati da Pro Loco o altre realtà (già attivo da più anni). Faccio pertanto le seguenti precisazioni:   Il ticket di ingresso al monumento (solo per non residenti) su cui si sta ragionando da anni e su cui si è già scritto e detto molto non è attivo.  

Nel borgo le mura, le torri, le strade, l’illuminazione e alcuni edifici sono comunali; le altre cellule sono private. Nel 2018 porteremo avanti confronti di vario genere e arriveremo, dopo lunga e articolata riflessione con Soprintendenza, Consiglio Comunale, commissioni con proprietari cantine (che hanno salvaguardato le loro proprietà), popolazione a valutarei pro e i contro e a una decisione condivisa. Se si arriverà a tale sperimentazione, tutti i ricavi saranno per i candelesi.  

Bisogna partire da due concetti fondamentali: essere consapevoli del valore del proprio patrimonio, come un qualcosa di straordinario (orgoglio di appartenenza); il cittadino deve essere il  beneficiario finale. Prima di decidere bisogna però fare il punto di dove siamo e dove vogliamo andare: ipotizzare per il Ricetto un aumento delle proposte qualitative, un itinerario per gli adulti e servizi adeguati con laboratori per i bambini, con coinvolgimento di investitori privati e un raccordo con attività commerciali e botteghe. La Pro Loco dovrebbe essere affiancata da esperti del settore.  

Il percorso è ancora lungo e si ipotizza la conclusione parziale dell’Iter in occasione degli Stati generali del ricetto a fine 2018, inizio 2019. Verrà avviata anche una revisione del piano particolareggiato con nuove possibilità.   Il costo dell’eventuale ticket d’ingresso al monumento solo per i non residenti verrà utilizzato a favore di tutta la popolazione di Candelo, perché il Ricetto deve essere un elemento strategico per lo sviluppo del paese. L’ingresso per il monumento sarà invece sempre gratuito per i residenti in Candelo, per i proprietari delle cantine con possibilità di ulteriori pass gratuiti anche per familiari e amici.  

Diverso il contesto dell’accesso durante grandi eventi non organizzati in prima persona dal comune. In tale contesto l’Ente organizzatore stabilisce un biglietto d’ingresso per coprire le spese non sponsorizzate e, su indicazione dell’Amministrazione, offrirà gratuità ai candelesi in particolari orari e/o giornate.  

Il borgo di Babbo Natale è una sperimentazione in tal senso perché, per la prima volta, offre quattro giornate gratuite a tutti i candelesi: in tutti gli altri grandi eventi precedenti i candelesi hanno sempre pagato. Il ticket per sbigliettamento dei passati eventi di fine 2016 ha portato un primo vantaggio per i candelesi: l’arredo dell’area bimbi a Santa Maria (inaugurato ad aprile 2017) grazie agli 0,50 centesimi che la Pro Loco ha riconosciuto al comune. Perché nelle giornate prefestive? Per motivi di sicurezza e di capienza del borgo. La domenica il flusso proveniente da tutta l’Italia settentrionale è grandissimo col rischio di bloccare l’ingresso perché il numero massimo concordato con Questura e Prefettura è di 1500 in parallelo (solo con la presenza di una squadra di Vigili del Fuoco).  

Un ringraziamento al Presidente della Pro Loco, al suo consiglio, a tutti i numerosi volontari (compresi i consiglieri comunali e tante associazioni) e alle persone che hanno ideato e organizzato l’evento in tutti i suoi molteplici aspetti, lavorando da almeno 5 mesi. Lavoriamo compatti per lo sviluppo del paese, senza denigrare ciò che altri ci invidiano. Un progetto così importante può essere migliorato e condiviso dalla popolazione ancora in misura maggiore, se tutti vorranno portare un contributo costruttivo e non distruttivo.  

Le polemiche non mi appartengono. L’importante è costruire insieme per lo sviluppo del paese, grazie a un monumento, unico in Europa, che tutti ci invidiano. Il Ricetto dovrebbe essere un motivo d’orgoglio per tutti i candelesi perché lo sviluppo del paese parte da questo “bene faro”".

Mariella Biollino, sindaco di Candelo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore