/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 13 ottobre 2017, 15:23

Giuseppe Civati a Biella per presentare il suo nuovo libro

Giovedì 19 ottobre alle 18, alla Libreria Vittorio Giovannacci di Biella, l’onorevole Giuseppe Civati, segretario di Possibile, presenterà il suo ultimo libro “Giorni migliori - Manifesto per cambiare l’Italia” scritto insieme a Stefano Catone e Francesco Foti, giunto alla prima ristampa dopo la pubblicazione dello scorso agosto. L’iniziativa è proposta e organizzata dal Comitato di Possibile Biella “Viktor Navorski”.  

Civati verrà intervistato da Claire Provost, giornalista investigativa della piattaforma indipendente openDemocracy e del quotidiano britannico Guardian, esperta nei temi di genere delle diseguaglianze sociali.  
Il libro rappresenta la sintesi del progetto politico nazionale di Possibile, un “manuale di istruzioni" per affrontare una difficile transizione e restituire al Paese un vero patto sociale: manifesto, trasparente, plausibile, sostenibile, rappresentativo. Come si legge nelle note di copertina: “Un patto che abbia a cuore chi rischia, chi soffre e si espone di più. Che dia finalmente diritti a chi da questo patto è escluso. Che non conduca al suo rifiuto, che non sia devastato dalle contraddizioni che lo minano alla base. Che ci faccia vivere nella Repubblica e condividerne le opportunità. Bisogna cogliere l’urgenza di questa transizione per saper preparare un futuro migliore, a cui dedicare i propri sforzi e l’iniziativa di ciascuno fin d’ora.”  

Un’occasione importante per presentare l’iniziativa politica di Possibile in vista delle prossime, imminenti, elezioni nazionali e insieme un momento di riflessione sulla recente stagione politica, caratterizzata da inediti scenari fortemente negativi per quanto riguarda la tutela delle categorie deboli della società, il lavoro, la giustizia sociale e la minaccia rappresentata da forti derive populiste.  

c. s. g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore