/ Music Cafè

Che tempo fa

Cerca nel web

Music Cafè | mercoledì 16 agosto 2017, 15:16

Virtuosismi musicali a duello al Mezza Estate 2017

Prosegue la rassegna "Mezza Estate 2017" organizzata dal Biella Jazz Club a Mezzana Mortigliengo con il contributo della Fondazione CR Biella.
Venerdì 18 agosto, nell'area sportiva del circolo "Il Laghetto", alle 21.15 è in programma il concerto del duo "Duello - Virtuosismi Musicali" composto da Adalberto Ferrari al clarinetto e Nadio Marenco alla fisarmonica.

Un duo di musicisti che, armati dei loro rispettivi strumenti, si “sfida” all’ultimo suono, rileggendo i più svariati generi musicali. I musicisti del DUELLO collaborano dal 2007, insieme hanno creato colonne sonore per fiabe e piece teatrali, hanno suonato in concerto nelle più disparate situazioni, dalla sala , al teatro, fino alla piazza e al club sono stati invitati a tenere concerti al festival Suoni Mobili, Scheggia Acustica, al teatro Binario7 di Monza, al Blue Note di Milano, al Biella jazz club al Mortara jazz Festival e moltissimi altri luoghi soliti ed insoliti, insieme hannno costituito un ensemble più allargato per ripresentare le musiche del grandissimo Raymond Scott (l’autore di molte musiche dei catoons, basti pensare a Merrie Melodies ). È “giocando” che si cresce e si impara in maniera più naturale e creativa ed è “giocando” che nasce quasi per caso questo Duello, un progetto musicale di Nadio Marenco alla fisarmonica e Adalberto Ferrari al clarinetto e sax.

Tra i brani proposti vi sono sia pezzi originali che pezzi storici del mondo sudamericano o Klezmer, interpretati in maniera personale con forme, strutture, varianti e collegamenti stilistici molto diversi dalla loro originale natura. Infatti spesso l’improvvisazione porta verso spazi sonori pronti ad essere esplorati e il tutto assume un colore, un aspetto, una timbrica che appartengono ai musicisti. Per citarne alcuni: Tico tico no fubà, Choro negro, Petit fleur, Ma le gambe, Bellezze in bicicletta, Manha do carnaval, ma anche brani di Leo Ferrè, di Fiorenzo Carpi, della tradizione Klezmer, Standard Jazz e brani da loro composti come Bollino rosso, Non è gaia, Inside, L’attesa, Le avventure di Nadad.
I due artisti intessono così la tela del loro giocoso viaggio tra le differenti sfumature della luce musicale, andando da quella accecante per la gioia e la frenesia a quella più tenue e rarefatta del romanticismo o della malinconia. Fil rouge che unisce il tutto è sempre l’Amore, la grande Passione per la Dea Musica e per la Vita.

In caso di cattivo tempo il concerto si effettuerà all'interno del circolo.  

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore