/ SPORT

Che tempo fa

Cerca nel web

SPORT | lunedì 17 luglio 2017, 07:33

Tennis: Simone Bolelli riceverà una wild card per il Thindown Challenger di Biella dal 29 luglio al 6 agosto

La sua bacheca conserva dodici trofei a livello Challenger, il primo dei quali l’ha ottenuto proprio a Biella nel 2006. Il Thindown Challenger (Atp Tour da 106mila euro di montepremi, più ospitalità) in calendario ai Faggi di Biella dal 29 luglio al 6 agosto ospiterà anche Simone Bolelli, che sarà in città per la terza volta grazie ad una wild card. «Di Biella conservo ottimi ricordi – dice il trentunenne, ora sceso al numero 313, con un best da 36 raggiunto nel 2009 -.

Conosco molto bene Cosimo Napolitano (direttore e organizzatore di questa che sarà la ventesima edizione di un torneo internazionale, ndr) e sono sempre stato bene. In più quella del 2006 fu la mia prima vittoria a livello Challenger e quella sera l’Italia vinse i Mondiali di calcio in Germania, rendendo la giornata indimenticabile». Malgrado i tanti infortuni il tennista bolognese ha ancora voglia di dire la sua nel circuito. «Dopo Londra (partendo dalle qualificazioni è arrivato al secondo turno, ko con Tsonga) mi sono riposato un po’ perchè l’erba qualche fastidio al ginocchio me l’ha creato.

Dovevo ricaricare un po’ le pile in vista dei prossimi appuntamenti, tra cui il Thindown Challenger». Sull’arrivo in città di Bolelli si sofferma anche il direttore del torneo Cosimo Napolitano: «E’ un ragazzo importante per il torneo di Biella – dice -. Qui ha raccolto ottimi risultati (una vittoria e una finale, ndr) e mi farà piacere rivederlo. Ha un bel tennis, piacevole ed è un ragazzo squisito».

L’entry list del torneo è aperta dall’argentino Nicolas Kicker che a Biella arriverà da numero 94. Seguono Marco Cecchinato (102 Atp), Roberto Carballes Baena (134), Guillermo Garcia Lopez (143), Stephane Robert (146), Joao Souza (150), Leonardo Mayer (152) e Stefano Travaglia (155). Completano la prima entry list ufficiale Guido Andreozzi (Arg, 157 Atp), il talento di casa Stefano Napolitano (158), Federico Gaio (162, vincitore un anno fa sul brasiliano Bellucci), Lorenzo Giustino (!68), Ruben Ramirez Hidalgo (Esp, 172), Attila Balazs (Hun, 174), Filip Krajinovic (Srb, 180), Salvatore Caruso (200), Calvin Hemery (Fra, 207), Daniel Gimeno-Traver (Esp, 209), Yannick Maden (Ger, 214), Constant Lestienne (Fra, 227), Maxime Janvier (Fra, 241) e Yannick Reuter (Bel, 242).

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore