/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | domenica 16 luglio 2017, 19:42

Valle Cervo: Sul Bo e al "Rivetti" pomeriggio di lavoro per il Soccorso Alpino

Due interventi nel giro di poche ore, tra le 14.30 e le 16.30: nel primo caso è stata soccorsa una 35enne biellese che ha riportato una frattura alla caviglia, nel secondo una 60enne tedesca che, in seguito ad una brutta caduta, ha riportato un trauma cranico. In entrambi i casi è stato necessario l'intervento dell'elisoccorso

Pomeriggio impegnativo quello di oggi, domenica 16 luglio, per i volontari del Soccorso Alpino di Biella. Due gli interventi nel giro di poche ore, entrambi in Valle Cervo. Il primo si è reso necessario intorno alle 14.30 nella zona dell'Alpe Valdescola, su un versante che porta alla cima del Monte Bo. A richiedere il soccorso è stata una donna di circa 35 anni alla quale, in effetti, è stata riscontrata la frattura di una caviglia.

La squadra di volontari del Soccorso Aplino si è quindi vista costretta ad interpellare l'elisoccorso che, decollato da Borgosesia, ha raggiunto la donna infortunata per ospedalizzarla.

Anche nel secondo caso è stato necessario l'intervento dell'elisoccorso per procedere al recupero di una escursionista tedesca caduta in un vallone tra il Colle della Mologna Grande e il Rifugio Rivetti. Erano da poco passate le 16.30 quando è arrivata la richiesta di soccorso per un sospetto trauma cranico. A lanciare l'allarme è stata la compagna di scalata della donna, anche lei di nazionalità tedesca. 

In questo caso le operazioni sono state rese più complesse dalle condizioni meteo: l'elicottero decollato da Torino, infatti, a causa della scarsa visibilità non è riuscito a raggiungere il luogo del sinistro ed è stato costretto a lasciare la prima squadra di volontari del Soccorso Alpino ad una certa distanza. Poi, in un secondo momento, le nuvole si sono aperte e hanno permesso al mezzo, con a bordo una seconda squadra, di raggiungere il punto esatto per il recupero. La 60enne è stata recuperata e trasportata all'ospedale di Borgosesia. In questo secondo intervento sono stati ben otto i tecnici del Soccorso Alpino simultaneamente impegnati. 

v.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore