/ ECONOMIA

Che tempo fa

Cerca nel web

ECONOMIA | giovedì 13 luglio 2017, 15:30

Lessona: La plastica secondo Filippo Russo, una “risorsa all’infinito”

Affidabilità, qualità nel processo e rispetto per l'ambiente. Sono questi i punti della filosofia di Filippo Russo, titolare insieme alla moglie e al figlio dell'azienda "Manifattura Russo Filippo - Riciclaggio materie plastiche" di Lessona.
Dopo un’infanzia vissuta tra Francia e Sicilia, Filippo Russo arriva a Biella; qualche esperienza prima da dipendente, poi da piccolo imprenditore nell'ambito del tessile e successivamente decide di dedicarsi al riciclaggio di materiale plastico.

"Negli anni '90, dopo l' esperienza militare nella folgore" - esordisce Filippo Russo - "mi licenziai dall'azienda di cui ero dipendente e intrapresi diverse lavorazioni tessili con una piccola roccatura. Ma erano gli anni della delocalizzazione in cui molte medie e grandi aziende tessili biellesi riducevano a Biella e delocalizzavano all'estero; il rischio era che lo stesso destino poteva toccarmi da vicino." Da qui l'idea di virare completamente cambiando totalmente settore, ovvero trasformare la plastica riciclandola. “Era un'idea che avevo già da molto tempo - confessa - fin da bambino, quando tentai di aggiustare un piccolo pupazzo di plastica con degli scarti di pomodoro. Fu dunque proprio negli anni '90 durante la crisi che il nostro territoriostava attraversando, che durante gli albori della mia azienda lo feci diventare la mia professione: la piccola azienda tessile che si trasformava in specialista del riciclo."

Questo passaggio non fu immediato e tanto meno facile: "Venivo visto quasi come una persona con idee… direi fantascientifiche". È grazie al valore delle mie origini e della mia esperienza contadina e operaia che sono riuscito a far diventare il riciclaggio della plastica il mio mestiere. Dovetti comunque riprendere a studiare ed affrontare un percorso formativo non indifferente. La plastica, infatti, tra gli anni '90 e 2000 fu una realtà in grandissima crescita ed espansione, sempre più fondamentale nella vita di tutti i giorni. L’obiettivo per me più importante era quello di capire dove la plastica già utilizzata andava a terminare la sua vita e, di conseguenza, come adoperarmi appunto per riciclarla. Il mio motto, d'altronde, è sempre stato "ricicla e riciclati".

Oggi l'azienda "Manifattura Russo Filippo" ricicla gli scarti plastici di innumerevoli settori e altrettanto ne sono gli sbocchi della materia prima riciclata. E’ quindi molto interessante osservare la creazione di capolavori di plastica riciclata in settori come l'edilizia, l'eco-design, l'arredamento, l'automotive, ecc. "Ed il progresso della scienza ci presenta continuamente innovazioni del settore.
Oggi stiamo sperimentando lavorazioni e utilizzo di polimeri di origine vegetale che stanno prendendo applicazioni di uso comune ". Come si dice: sempre al passo con i tempi! Purtroppo è ancora facile percepire un’errata opinione sulla plastica, laddove è vista secondo la vecchia concezione di materiale che impiega centinaia di anni per distruggersi. Questo concetto trasmette ovviamente la sembianza di “nemico pubblico” e soprattutto ambientale.

"La plastica non è nemica dell'ambiente, i veri nemici dell'ambiente siamo noi se non siamo in grado di sfruttare i benefici di quest'ultima. Non dobbiamo dimenticare che questo fantastico materiale ha portato ad un benessere assoluto. Ha facilitato in generale molte azioni della vita quotidiana, e anche indotto innumerevoli successi ed avanguardia nel campo della medicina”. E in futuro? “Sarà sempre maggiore e continuerà il miglioramento delle condizioni dell’uomo” conferma convinto Russo. Ovvio che come ogni processo industriale, anche la lavorazione della plastica, includendo le operazioni del corretto riciclo, sono pratiche molto delicate e che richiedono serietà imprenditoriale e preparazione. “Riciclatori non ci si improvvisa, ma si investe sulla formazione e crescita di tecnici in grado di condurre correttamente gli impianti, di seguire attentamente la caratterizzazione scientifica del materiale e pertanto svolgere un lavoro completamente sicuro, nel rispetto delle norme e dell’ambiente che ci circonda”. “Massima fiducia verso questa risorsa del futuro” conclude Filippo Russo "Non ne dobbiamo avere paura, dobbiamo solo imparare ad utilizzarla, riciclarla e, per questo, salvaguardarla".

www.filipporusso.it - Tel. 015 983977 - Via Battiana, 17-19, Lessona (BI)  

I.P.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore