/ Circondario

Che tempo fa

Cerca nel web

Circondario | venerdì 19 maggio 2017, 17:09

Ponderano: Pro Loco dona bilirubinometro al reparto Pediatria dell'Ospedale FOTOGALLERY

Si è tenuta ieri sera, 18 maggio, la cerimonia di donazione del bilirubinometro transcutaneo, acquistato dalla Pro Loco di Ponderano grazie al progetto "Una goccia per un sorriso".

Ad introdurre la serata, il presidente della Pro Loco alberto Marasco: "Dopo aver inaugurato la nostra sede nel 2016 - ha spiegato - abbiamo pensato di fare qualcosa per gli altri, per chi ne aveva bisogno. Quindi ci siamo rivolti all'Ospedale, precisamente al reparto pediatrico, dove ci siamo confrontati con la dottoressa Perona per capire cosa potessimo fare di utile. Decidendo di istituire una raccolta fondi per l'acquisto di un bilirubinometro transcutaneo, abbiamo dato vita al progetto "Una goccia per un sorriso", grazie al quale abbiamo ottenuto l'importo desiderato attraverso la vendita di prodotti locali e generi di prima necessità durante alcuni mercatini invernali del Biellese. Per questo desidero ringraziare in particolare le Pro Loco di Candelo e Ternengo per averci ospitati al Ricetto, oltre all'Amministrazione comunale che ci aiuta in ogni manifestazione e alle diverse aziende ponderanesi che ci sostengono durante l'anno. Senza dubbio, il progetto proseguirà".

Per raggiungere 5mila euro, cifra necessaria all'acquisto del birilubinometro, sono stati venduti 448 metri di "pacchi-dono", al costo di 10 euro l'uno, contententi un chilo di Riso Guerrini, 250 grammi di olio extravergine di oliva, una bottiglia di Dolcetto e 100 grammi di torcetti della ditta Patti. A consegnare l'apparecchio è stata poi la famiglia Ciotti, con il loro bambino Giuseppe, il più giovane della Pro Loco.

"Siamo felici della collaborazione con la Pro Loco - ha aggiunto Anna Perona, responsabile del reparto pediatrico dell'Ospedale di Ponderano - e ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al progetto".

La dottoressa ha quindi spiegato il funzionamento del birilubinometro, apparecchio utilizzato per misurare la birilubina, una sostanza tipica del neonato il cui valore deve essere costantemente monitorato e viene misurato per via transcutanea o tramite prelievo ematico. "Avere un apparecchio di questo tipo - prosegue - permette quindi un monitoraggio intenso ma il meno invasivo possibile, evitando quindi di fare ripetuti prelievi al neonato".

Presente alla cerimonia di donazione anche il sindaco Elena Chiorino, che ha dichiarato: "Sono orgogliosa della Pro loco e della collaborazione ormai consolidata tra il Comune, inteso come Amministrazione, cittadini e Pro Loco, e Ospedale. Non è stato facile, ma posso dire con convinzione che questa rete si è formata su un territorio che riesce a valorizzare le eccellenze, in modo da usufruirne quando si ha bisogno. Continuiamo in questa direzione, per il bene del paese e di tutti".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore