/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | mercoledì 17 maggio 2017, 16:02

Biella: 200 bambini in Piazza Duomo per "Acqua in borraccia", evento Cordar FOTOGALLERY

Manifestazione legata al Giro d'Italia per sensibilizzare i più piccoli sull'uso corretto delle risorse idriche e sulle connessioni tra acqua e sport. Le attività ludico-sportive sono iniziate alle 9 per concludersi alle 15.30 dopo la premiazione delle squadre vincitrici

Fotoservizio Studio Fighera

Una calda giornata tardo-primaverile ha accolto questa mattina, mercoledì 17 maggio, i circa 200 bambini delle scuole cittadine che hanno preso parte alla manifestazione dal titolo "Acqua in borraccia", a pochi giorni dall'arrivo a Biella della carovana rosa del Giro d'Italia. L'evento promosso da Cordar SpA in collaborazione con il Comune di Biella, Ato2 e Enerbit aveva lo scopo di sensibilizzare i più piccoli sull'importanza dell'acqua come risorsa, sull'uso consapevole e attento che ne possiamo fare e sul legame tra l'elemento liquido e lo sport. Le attività ludico-sportive rivolte ai bambini sono iniziate alle 9 per concludersi alle 15.30 dopo la premiazione delle squadre vincitrici. Tutti i piccoli concorrenti sono stati omaggiati della borraccia griffata Cordar. Una ventina di ragazzi dell'IIS "Q. Sella" (in maglia rosa) hanno assistito e talvolta aiutato i bambini a completare i percorsi pensati per loro. Gli studenti dell'istituto superiore sono stati "reclutati" nell'ambito dei progetti di alternanza scuola/lavoro ed hanno preso parte ad appositi corsi di formazione. 

"L'attività è stata fortemente voluta dal Consiglio d'Amministrazione in occasione dell'arrivo in città del Giro d'Italia - hanno puntualizzato Alice Cecchetti e Laura Leoncini (membro del CdA) - al fine di incentivare l'utilizzo da parte dei cittadini dell'acqua buona di Cordar e di collegarla allo sport, in questo caso al ciclismo. Questa manifestazione è un primo momento realizzato nell'ambito della comunicazione recentemente attivata da Cordar; il prossimo appuntamento è fissato per sabato 27 maggio con 'Porte Aperte', evento improntato alla trasparenza voluta da Cordar per rispondere alle domande dei cittadini e promuovere i vari uffici/servizi con sportelli aperti e visita guidata al depuratore di Cossato".

"Per noi - ha spiegato il presidente di Cordar SpA, Alberto Petti - questo è uno sforzo organizzativo volto a renderci più visibili alla cittadinanza e sensibilizzare adulti e bambini sulle buone prassi, a partire dal buon uso dell'acqua e sulla riduzione degli inquinamenti e degli sprechi che per noi sono centrali in quanto tema economicamente rilevante perché l'acqua gestita meglio è anche un'acqua che costa meno e ha un'incidenza positiva sulla in bolletta a beneficio delle tasche di tutti. A me piace sempre invitare le persone a bere acqua del rubinetto, buona e controllata, sempre fresca ma soprattutto a bassissimo costo. Abbiamo fatto qualche conto e abbiamo scoperto che comprare acqua in bottiglia incide sulle tasche delle famiglie per una cifra compresa tra i 200 e i 400 euro/anno, cifre che in un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando ci sembra che quei soldi possano essere risparmiati nella consapevolezza che l'acqua del rubinetto si paga in ogni caso e non sarebbe certo il consumo per uso alimentare a far lievitare le bollette".

Vincenzo Lerro

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore