/ S.E.A.B. per il biellese

Che tempo fa

Cerca nel web

S.E.A.B. per il biellese | martedì 04 aprile 2017, 19:00

Biella: Differenziata in aumento, Seab lavora per incontrare le grandi utenze

Il presidente Claudio Marampon: "Se ci accorgiamo che in una determinata situazione emergono delle anomalie nella raccolta, andiamo a ritroso e cerchiamo di incontrare chi ha ricevuto bollette molto consistenti per capire come migliorare la qualità del servizio, diminuendone il costo"

Sono in costante miglioramento i dati relativi ai livelli di raccolta differenziata nel Biellese. Le percentuali in crescita determinano, di riflesso, una riduzione dei costi. Se le utenze domestiche sono più facilmente monitorabili (ed economicamente sostenibili), il discorso cambia sensibilmente nel caso delle cosiddette "grandi utenze", quelle che afferiscono cioè a strutture come l'ospedale, la casa circondariale o i centri commerciali, più in generale a tutte quelle realtà collettive e comunitarie presenti sul nostro territorio. In questi casi i costi di gestione sono decisamente più consistenti ma, secondo Seab, ci sono ancora margini per ridurre le spese aumentando i benefici, quindi la percentuale di raccolta differenziata.

"Riguardo alle grandi utenze, - spiega il presidente di Seab, Claudio Marampon - stiamo facendo le verifiche necessarie. Spesso sono proprio i centri commerciali, ad esempio, che ci chiedono consigli su come ottimizzare i costi; con l'amministrazione della casa circondariale di Biella abbiamo concordato di realizzare degli incontri col personale per la parte relativa alla somministrazione dei pasti nelle mense e allo smaltimento dei rifiuti che ne derivano. Il discorso vale sia per la mensa dei detenuti che per quella riservata al personale. Nello stesso modo abbiamo preso contatti e ci siamo confrontati anche con l'amministrazione del Santuario di Oropa. Man mano che si presentano delle grandi utenze, cerchiamo di approfondire le verifiche per migliorare il servizio".

In conclusione, il presidente della società partecipata ha puntualizzato che l'attività di Seab non si pone in antitesi a quella del Comune di Biella (o degli altri Comuni raggiunti dal servizio): "Il Comune lavora sul raggiungimento delle percentuali di differenziata e sulla crescita sociale, noi partiamo dal presupposto di migliorare e ottimizzare il servizio, dal momento che ci occupiamo di raccolta e bollettazione. Faccio un esempio concreto: se ci accorgiamo che in una determinata situazione emergono delle anomalie nella raccolta, andiamo a ritroso e cerchiamo di incontrare chi ha ricevuto bollette molto consistenti per capire come migliorare la qualità del servizio, diminuendone il costo. In questo caso è il Comune a portare a casa il beneficio del nostro lavoro. In pratica, gli obiettivi di Seab e del Comune sono diversi, ma in qualche modo funzionalmente interconnessi tra loro". 

v.l./g.c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore